Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1033
RAGUSA - 12/09/2010
Sport - Rugby: colpo di mercato del presidente Tumino

Rugby: Peppe Iacono è della Onco Ibla Padua Ragusa

La dirigenza non nasconde la sua soddisfazione Foto Corrierediragusa.it

La notizia era nell’aria già da qualche giorno, adesso ha tutti i crismi dell’ufficialità: Peppe Iacono, ragusano doc, che negli ultimi quattro anni ha vestito la maglia del San Gregorio, contribuendo in modo decisivo alle promozioni della squadra catanese dalla serie B fino alla serie A1, da questa stagione vestirà i colori dell’Oncoibla Padua Rugby Ragusa.

Ciccio Tumino, presidente del sodalizio ibleo, non nasconde la propria soddisfazione per quest’acquisto: «Ho visto crescere Peppe e sono stato felice per lui quando, quattro anni fa, è andato a giocare per una squadra dalle grandi ambizioni. Adesso riaverlo nel nostro organico mi riempie di gioia».

Ma chi è Peppe Iacono? Ce lo dice lui stesso: «Ho 23 anni, sono alto 177 centimetri e peso 84 chilogrammi. Ho cominciato a giocare nel Padua Ragusa a 13 anni e vi sono rimasto fino a quattro anni fa. Con i ragusani ho disputato, oltre ai campionati giovanili, anche due stagioni in serie B. Poi è arrivata la chiamata del San Gregorio, che allora giocava ancora in serie B. Con i catanesi ho disputato altri due campionati cadetti, il secondo vinto, e poi due in A2, anche in questo caso il secondo vinto. Gioco secondo centro, ma se serve posso occupare tutti i ruoli del pacchetto arretrato».

Dunque un giocatore che, nonostante la giovane età, può vantare un discreto curriculum e tanta esperienza nelle categorie superiori, esperienza che adesso potrà tornare utile al XV azzurro.

«Il valore di Peppe è indiscutibile. Il suo arrivo ci farà certamente fare un salto di qualità», ci conferma il presidente Tumino. «Lui ha tutte le doti per diventare il nostro uomo in più. Se quest’anno, a causa delle partenze di alcuni uomini di mischia che andranno a studiare lontano da Ragusa, la nostra mischia sarà da reinventare, sono sicuro che invece il nostro pacchetto arretrato sarà uno dei migliori di tutta la serie C».

Ma perché uno che gioca titolare in serie A torna a fare il dilettante? «Diciamo che, decidendo di tornare a vivere stabilmente nella mia città, ho fatto una scelta di vita. Il rugby però è una malattia dalla quale non si guarisce, così ho scelto di continuare a giocare per la squadra che mi ha fatto diventare un rugbista e con la quale ho un debito di riconoscenza. Ma ho scelto l’Oncoibla Padua anche e soprattutto perché vi giocano tutti i miei amici e la società è sana e seria come poche in tutto il panorama rugbistico nazionale. Nell’Oncoibla Padua si lavora con serietà e serenità, due qualità fondamentali per chiunque voglia giocare lo sport della palla ovale».

Con un innesto di tale spessore, la squadra iblea potrà allora puntare ad obiettivi importanti? Ci risponde ancora una volta il neoazzurro: «Andiamoci piano, facciamo un passo alla volta. La nostra filosofia di gioco ci impone di puntare sempre al bersaglio grosso, ma riuscire a centrarlo è un altro discorso. Anche perché quest’anno la serie C sarà un campionato difficile come non mai, visto che vi parteciperanno le sei migliori squadre dello scorso anno e le due formazioni messinesi che, in quanto provenienti l’una dalla serie C élite e l’altra come «erede» diretta di una squadra retrocessa dalla serie B, saranno certamente i due XV da battere. Per quanto mi riguarda, metterò a disposizione di tutti la mia esperienza, nella speranza che possa tornare utile. I conti li faremo a fine stagione».

Intanto il Comitato Regionale ha annunciato che il torneo di serie C, suddiviso in due gironi, prenderà il via domenica 3 ottobre e che, in quello denominato «C1», giocheranno, oltre che l’Oncoibla Padua Rugby Ragusa, anche il Clan Ibleo Ragusa, il Syrako Siracusa, la Nissa, il Cus Catania, l’Amatori Messina, la Logaritmo Messina e la Polisportiva Reggio Calabria. Il calendario sarà pubblicato nei prossimi giorni.

La squadra azzurra, a chiusura del periodo di preparazione al campionato, disputerà nelle prossime settimane due incontri amichevoli: domenica 19 i ragazzi di mister Gurrieri affronteranno a Ragusa (il campo è ancora da definire) il Cus Catania, mentre la domenica successiva saranno di scena al Pian del Lago di Caltanissetta, dove se la vedranno con il XV locale. Poi, si inizierà a fare sul serio.

(Nella foto, il presidente Tumino consegna la maglia dell’Oncoibla Padua al neoazzurro Iacono)