Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 688
POZZALLO - 12/12/2015
Sport - Calcio, Promozione: un gol per tempo per gli etnei contro la rinnovata formazione azzurra

New Pozzallo lotta ma si deve arrendere al Città di Catania

Di Stefano ha fallito il rigore che poteva dare il gol della bandiera Foto Corrierediragusa.it

CITTA’ DI CATANIA – NEW POZZALLO 2 – 0
Marcatore: 5’pt e 5’st Messina

CITTA’ DI CATANIA: Falletta D., Falletta A., Tamburella, Mirabito, Arena, Bicabadan, Maesano, Bonaventura, Arrabito, Messina, Garozzo.

NEW POZZALLO: Amato, Macauda, Pitino, Scala, Rosa C., Rappocciolo, Azzarelli, Rosa G. (25’st Distefano), Assenza Parisi, Adamo.

Arbitro: Matarazzo di Siracusa.


Mastica amaro la New Pozzallo (foto) che esce sconfitta in modo forse immeritato dal difficile campo del Città di Catania che, oltre ad essere ostico per le squadre avversarie, non era ospitale per disputare una partita di calcio visto il fondo in terra battuta polveroso e irregolare. E’ stata infatti la migliore partita di questo campionato per i biancoazzurri ragusani che però non hanno raccolto neanche un punticino per mera sfortuna quando tecnicamente hanno dimostrato di essere almeno alla pari della squadra di casa. Primi cinque minuti per i rossoblù locali che al 5’ passavano in vantaggio con Messina. Poi la formazione catanese spariva dal campo e appariva la New Pozzallo che produceva un bel gioco e ben quattro palle gol nella seguente mezz’ora di gioco. Apriva Adamo con un gol incredibilmente sciupato al 20’ dall’attaccante che tornava titolare il quale, solo davanti al portiere, non trovava di meglio che colpirlo in pieno anziché collocare la palla in rete. Cinque minuti dopo ancora Adamo coglieva il palo con un tiro a palombella. Toccava poi qualche minuto dopo a Peppe Rosa imitare il suo compagno nella saga dei gol sciupati colpendo la traversa con un tiro a pallonetto. La quarta occasione da rete la falliva ancora Adamo che non arrivava su un pallone crossato dalla sinistra che attraversava tutto lo specchio della porta. Al 30’ veniva espulso Arrabito nelle file del Città di Catania per una entrata a martello su Azzarelli.

La superiorità numerica però non cambiava in positivo il destino della gara per la New Pozzallo che ancora al 5’, stavolta della ripresa, ma sempre con Messina, subiva il 2-0. Il colpo per i biancazzurri era micidiale tanto che la formazione allenata temporaneamente da Rosa e Presti si disuniva e calava vistosamente. Il portiere biancoazzurro Amato si faceva espellere per un fallo evidente. Al 40’ la New Pozzallo però aveva la possibilità almeno di accorciare le distanze per un rigore concesso dall’arbitro per atterramento di Distefano ma lo stesso attaccante, incaricato del tiro dagli undici metri, falliva la trasformazione.