Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 849
POZZALLO - 04/10/2015
Sport - Calcio, Promozione: gli uomini di La Vaccara erano passati in vantaggio con Arena

S. Croce beffato nel finale, il Pozzallo affonda con S. Gregorio

Sul neutro di Ispica i pozzallesi subiscono la terza sconfitta per evidente inesperienza Foto Corrierediragusa.it

New Pozzallo-S. Gregorio: 1 – 3
Marcatori: 20’ Sottile, 25’ Ventura, 20’st Mauceri, 48’st Rosa

New Pozzallo: Amato, Strabona (1’st Adamo), La Ferla (1’st Angelica), Pitino, Presti, Melilli, Macauda, Scala (25’st Azzarelli), Rosa, Assenza Parisi, Di Stefano. All.re Azzarelli


Ritorno al passato per la New Pozzallo (nella foto) che ripiomba in una prestazione incerta subendo la terza sconfitta su quattro partite giocate seppur ha esordito nel secondo tempo il nuovo arrivato Adamo e sebbene ha affrontato una squadra sulla carta alla sua portata. Ha prevalso l’esperienza degli ospiti e l’inesperienza della formazione allenata da Azzarelli, imbottita di giovani. Per i primi dieci minuti la partita si sviluppava con un certo equilibrio fra le due squadre. Al 12’ Assenza Parisi faceva partire un diagonale che attraversava lo specchio della porta finendo a lato. Al 15’ Di Stefano mandava fuori solo davanti al portiere. Gli ospiti però in cinque minuti, a metà della frazione, si portavano sul 2-0 con due occasioni scaturite non da azioni in movimento ma da palla ferma. Al 20’ Sottile andava in rete con un tiro in mischia e al 25’ Ventura era abile a svettare di testa da tiro da calcio d’angolo e a insaccare. La New Pozzallo non si scomponeva e continuava a macinare gioco. Al 32’ ancora Di Stefano mandava alto da buona posizione. Nella ripresa esordiva Marco Adamo ma la New Pozzallo non riusciva a risalire la china. Era infatti ancora il San Gregorio che andava in rete con al 20’ mentre due minuti dopo veniva annullato un gol ad Adamo colto sul filo del fuorigioco. La partita però procedeva con un andamento molto frammentato e i biancoazzurri locali non riuscivano a recuperare. Il direttore di gara concedeva ben sei minuti di recupero al secondo dei quali veniva espulso il capitano della formazione ospite Costa. Al 48’ Rosa trovava il gol della bandiera per la New Pozzallo.

Nissa-S.Croce: 2 - 1
Marcatori: 25’st Arena, 35’st e 40’st Di Franco

S. Croce: Annese, Jatta, Basile (22’st Incardona), Buscema D., Cassibba, Buscema A., Baeli, Gurrieri, Rimmaudo (37 st La Vaccara), Arena, Iurato (33’st Occhipinti). All.re La Vaccara.


Sfortunata partita del Santa Croce che in dieci uomini dal 20’ della ripresa prima andava in vantaggio ma poi subiva una incredibile rimonta a dieci minuti dalla fine, facendosi battere dalla capolista. Nel computo della gara per la formazione biancoazzurra ha influito il pessimo terreno di gioco in terra battuta e un certo calo fisico di alcuni giocatori. Primo tempo equilibrato con una certa pressione dei locali che si rendevano pericolosi da tiri da calcio d’angolo. Il Santa Croce si rendeva pericoloso invece con contropiedi che fruttavano alcun risultato. Nella ripresa la Nissa premeva in area avversaria ma al 20’ veniva espulso un proprio giocatore per plateali scorrettezze verso un giocatore del Santa Croce. La superiorità numerica sortiva dapprima un effetto positivo per la formazione biancoazzurra che al 25’ passava in vantaggio con Arena alla fine di una pregevole triangolazione a centrocampo che metteva la punta nelle condizioni di sferrare un bel tiro dal limite dell’area che si insaccava.

Lo Sport Club Nissa reagiva con impeto e anziché mostrare ancora difficoltà con un uomo in meno, aumentava invece il ritmo costringendo gli avversari a difendersi. Il fondo del campo in terra battuta, come detto, ha creato una serie di problemi di adattabilità ai giocatori del Santa Croce che non riuscivano a rintuzzare la velocità di gioco degli avversari i quali riuscivano al 35’ a impattare dopo un batti e ribatti in area. Al 40’ Genova partiva in contropiede senza che l’arbitro gli fischiava un fallo su un difensore biancoazzurro, si involava verso la porta, tirava a colpo sicuro ma Annese parava. Sulla respinta del portiere biancoazzurro Di Franco correggeva in rete. Un beffa vera e propria per il Santa Croce che nei minuti finali non riusciva a impattare la gara.