Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 816
POZZALLO - 16/07/2015
Sport - Calcio, Promozione: il dirigente Saro Iozzia si pone come obiettivo la salvezza

New Pozzallo con il problema campo sportivo

Su cercano 3-4 elementi nuovi in sostituzione di altrettanti ragazzi che hanno dovuto abbandonare la squadra per motivi di lavoro o di studio Foto Corrierediragusa.it

Ritorna il calcio che conta a Pozzallo grazie alla neopromossa New Pozzallo, società del ds Saro Iozzia, promossa alla fine della scorsa stagione agonistica in Promozione. La società del gruppo Hering tenta di far rinverdire gli entusiasmi attorno al calcio pozzallese partendo dalla figura dell’allenatore, il confermato Angelo Tasca, che ha condotto la squadra per tutto lo scorso campionato, guidandola al salto di categoria in Promozione. La società attualmente però è concentrata sui problemi burocratici anziché sull’attività sportiva vera e propria. Lo stadio di Pozzallo, infatti, è dichiarato da sette anni inagibile e lo scorso anno la squadra è stata costretta a giocare a Rosolini.

La promozione nel torneo interprovinciale sperano i dirigenti possa essere il pungolo per l’amministrazione comunale affinché vengano avviati i lavori di ristrutturazione dell’impianto che consentirebbero di avere la concessione dell’agibilità dello stadio e riportare così il calcio che conta nella cittadina portuale. Lo spera Saro Iozzia, vera anima e dirigente attivo del New Pozzallo, che guarda anche agli obbiettivi sportivi: «Stiamo lavorando per acquisire 3-4 elementi nuovi in sostituzione di altrettanti ragazzi che hanno dovuto abbandonare la squadra per motivi di lavoro o di studio.

Il nostro obbiettivo – osserva Iozzia – è quello di rimanere il Promozione, quindi lavoreremo per formare una squadra competitiva ma senza mire di salire in Eccellenza, in quanto quest’anno è un anno di consolidamento nella categoria e di risoluzione di alcune annose questioni che hanno costretto la società ad una bassa visibilità sportiva». Non manca neanche a Pozzallo comunque l’entusiasmo in quanto la consapevolezza di aver raggiunto un obbiettivo così importante è da stimolo per il miglioramento della qualità del calcio locale.