Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 558
MODICA - 02/07/2010
Sport - Modica: precipita la situazione in seno alla società rossoblù

Calcio: Riccardo Radenza si ritiene libero, Modica iscrizione a rischio

«Il futuro del Modica Calcio interessa a pochi, anzi pochissimi" dice il presidente
Foto CorrierediRagusa.it

Iscrizione a rischio. Riccardo Radenza (nella foto) fa un passo indietro ed il futuro del Modica calcio diventa molto complicato. Mentre le altre società sono impegnate nella campagna di rafforzamento il Modica è ancora al palo ed anzi peggio visto che il presidente non se la sente di continuare.

Riccardo Radenza ribadisce a distanza di quasi un mese concetti già espressi «Il futuro dell’Asd Modica Calcio interessa a pochi, anzi pochissimi –dice il presidente- E’ con profondo rammarico che, ancora una volta, prendo atto di come, a fronte dei ripetuti appelli, gli unici interventi siano giunti esclusivamente dall’amministrazione comunale che ha garantito il sostegno in termini di strutture ed impianti. Dal punto di vista economico invece, alle promesse non sono seguiti i fatti concreti.

Anzi, abbiamo registrato delle defezioni all’interno della compagine societaria, visto che alcuni sponsor non hanno rispettato gli impegni assunti relativamente alla stagione agonistica 2009-2010. Altri imprenditori, che in un primo momento avevano espresso la loro intenzione di sostenere il Modica Calcio sia sottoforma di impegno diretto che attraverso dei contratti di sponsorizzazione, si sono tirati indietro. Alla luce di ciò non rimane che prendere atto e, poiché ad oggi non si riscontrano le condizioni oggettive per andare avanti, mi ritengo libero di valutare qualunque ipotesi, finanche la mancata presentazione della documentazione necessaria per l’iscrizione al prossimo campionato di serie D». Restano dunque pochi giorni per evitare il rischio visto che entro venerdì bisogna versare in lega la quota di iscrizione.

Riccardo Radenza trasuda delusione e non intende andare avanti a queste condizioni; si aspettava ben altra risposta e nonostante tutto ha ridotto i programmi rispetto a quelli iniziali per garantire un futuro alla società. Non ha funzionato neppure questo ed ora il Modica è alla stretta finale.

Intanto c’è chi parte e trova altre sistemazioni avendo annusato l’aria che tira. Cocuzza si è accasato al Noto, Panatteri all’Avellino, Romeo ritornerà al Messina, Candiano ha almeno due opzioni di categoria superiore. Pippo Romano ha già detto no, che non si sente di affrontare un campionato anonimo e dalle tante, troppe incertezze. Siamo insomma al si salvi chi può.