Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 817
MODICA - 25/01/2010
Sport - Calcio, serie D: la terza vittoria consecutiva lancia il Modica al sesto posto

Calcio: Romano dopo la vittoria sull´Adrano "Non montiamoci la testa"

Sotto la guida del tecnico sei vittorie, un pari, ed una sconfitta di misura con il Sambiase
Foto CorrierediRagusa.it

«E ora non montiamoci la testa» Pippetto Romano (nella foto)si gode la sua sesta vittoria su otto partite,19 punti in tutto su 22 disponibili, ed il sesto posto in classifica. Da metà dicembre in poi i numeri il Modica ha un cammino da prima in classifica ed è risalito di otto posizioni.

Il cambio di mano ha giovato alla squadra e si è visto anche ad Adrano; gli uomini sono gli stessi di inizio campionato ma la difesa del Modica, pur segnando poco, non è più la banda del buco delle prime partite. Nelle ultime cinque gare i rossoblù hanno subito due gol e la differenza con le prime giornate si vede soprattutto in classifica.

«Mi dispiace per avere mancato qualche gol -dice Ignazio Panatteri- La vittoria avrebbe potuto essere più rotonda e soprattutto avremmo potuto essere più tranquilli nel finale». L’attaccante ha ancora una volta dimostrato di essere in un periodo di forma smagliante insieme a Cocuzza. «Peccato per quell’espulsione di Vindigni all’ultimo minuto – dice Pippo Romano- Dovremo farne a meno domenica prossima contro il Sapri».

Il tecnico non dorme sugli allori e pensa già al prossimo impegno casalingo. Il Modica è avanti di due punti sul Sapri e potrebbe agganciare anche il quinto posto se dovesse vincere ancora. «Non ci deve mancare l’umiltà e la concentrazione –insiste ancora Romano- Tutto è possibile, ma non siamo diventati dei fenomeni tutto in una volta anche se la squadra sta bene ed il morale è alto». La nota positiva della trasferta di Adrano è anche il ritorno dei tifosi in trasferta. Sono stati una ventina gli ultras sugli spalti dello stadio del’Etna. Quello che conta però non è tanto il numero quanto il ritorno di un certo entusiasmo attorno alla squadra alimentato dal buon cammino in campionato.