Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:09 - Lettori online 1611
MODICA - 10/01/2010
Sport - Calcio serie D: Trapani in vetta, Messina vittorioso, Milazzo giù nell’ultima di andata

Un gol di Cocuzza basta al Modica tutto cuore per battere il Rosarno

Partita maschia e giocata su un terreno di gioco pesante. I rossoblù costringono alla resa i calabri alla terza sconfitta in campionato
Foto CorrierediRagusa.it

MODICA- ROSARNO 1-0

Marcatore: 10’ Cocuzza

MODICA: Piazza 6, Fontana 7, Vindigni 6, Privitera 6 (48’st Incatasciato s.v.), Cocuzza 7, Sella 6 (45’ st Chemi s.v.), Romeo 7, Pellegrino 6, Panatteri 6, Bonarrigo 7, Candiano 7 (37’st Sammito s.v.). All. Romano

ROSARNO: De Luca 6, Bassi De Masi 5, Ricciardi 5, Varrà 6, Scorrano 5, Sardo 6, Del Giudice 6 (13’st Frittitta 5), Di Maio 6, Saffioti 5, Di Sabato 5 (33’st Corigliano s.v.), Trentinella 5. All. Carella

Arbitro: Fantoni di Lodi 6

Note: campo molto allentato per la pioggia. Spettatori 600 circa. Espulso Ricciardi al 45’ st). Ammoniti Scorrano e Candiano.
Angoli 7 a 3 per il Modica Recupero 1’ pt.,7’ st.


Il Modica costruisce su un gol segnato dopo appena dieci minuti la sua vittoria ed infligge la terza sconfitta del campionato al Rosarno. I rossoblù vincono perché sono più a loro agio su un campo infame e riescono a tenere a bada un Rosarno spuntato. Se una colpa si può addebitare al Rosarno per la sconfitta subita, è l’incapacità di concretizzare le occasioni create. Saffioti è stato molto incerto sotto porta ed ha mancato un clamoroso gol pochi minuti prima della fine della gara quando, su un buco di Cocuzza, si è trovato tutto solo davanti a Piazza; lo ha aggirato ma non è riuscito poi ad imprimere il colpo decisivo alla sfera consentendo a Vindigni di recuperare.

E’ stata comunque una gara molto combattuta, con qualche buona giocata nonostante le condizioni del campo e di questo va dato atto ai protagonisti che non si sono risparmiati. La partita ha avuto due volti ben distinti. Primo tempo del Modica che sulle ali dell’entusiasmo per il vantaggio ha tenuto bene il campo, ha dato velocità al suo gioco, ha costretto gli ospiti sulla difensiva.

Tutto il Modica ha girato attorno a Bonarrigo che ha ispirato la manovra ben sorretto dai due motorini di centrocampo, Candiano e Romeo. Il Modica non ha saputo tuttavia capitalizzare le occasioni create ed ha pagato dazio nella ripresa quando gli ospiti hanno preso in mano il gioco anche se non hanno concretizzato.

I calabri si sono anche lamentati per due gol annullati dall’arbitro per fuori gioco. Nel primo tempo, al 31’, su una punizione calciata da Di Maio c’è il fallo sul portiere in uscita; mentre nel secondo tempo al 10’ la posizione di Di Sabato è dubbia pur se il collaboratore dell’arbitro è lesto ad alzare la bandiera. Proteste ospiti anche per un intervento di Vindigni su Di Sabato in area ma l’arbitro anche in questa occasione non ha avuto dubbi. Si innervosiscono i rosarnesi e ne fa le spese il difensore Ricciardi che proprio allo scadere va a scagliare un pallone contro la panchina rossoblù e viene espulso.

La cronaca registra al 10’ il gol che deciderà la gara. C’è una punizione di Bonarrigo dalla destra che pennella un pallone in area; sulla palla c’è Ricciardi che di testa allunga involontariamente per l’accorrente Cocuzza, appostato sul secondo palo, che non ha problemi a depositare in rete. Insiste il Modica ed al 23’ Panatteri si invola ma il suo tiro è appena fuori; un minuto dopo il centravanti conquista palla su un ingenuo Li Bassi e tira nell’angolo, De Luca si allunga e mette in corner. Al 28’ Di Maio pizzica la traversa su punizione ma al 38’ è ancora Modica con Sella che costringe agli straordinari De Luca.

Al 40´ ci vuole un miracolo del portiere rosarnese per togliere dall’angolo il tiro ben assestato di Romeo. Ripresa subito di marca ospite con Saffioti che fugge in contropiede ma non riesce a trafiggere Piazza che devia di quel tanto da evitare la rete. Poi l’episodio del gol annullato e subito dopo il contestato fallo di Vindigni. Preme il Rosarno ma non riesce a concretizzare. Allo scadere l’occasionissima per Saffioti che manca la palla del pari.

(Nella foto di Melia: Peppe Cocuzza colpisce sotto rete per il gol della vittoria del Modica)

Il commento alla giornata

Proprio all´ultima giornata il Trapani si laurea campione d´inverno dopo che il Milazzo è stato in vetta dalla quarta di campionato. Cadono ancora i mamertini in casa contro un Mazara sorprendente ma l´impresa della giornata, oltre alla vittoria del Trapani ad Avellino, è quella del Messina a Sapri.

Bene il Modica che si piazza alle spalle delle prime. In coda Acicatena ed Adrano in sofferenza, entrambe le catanese rimediano un sonoro 4-1. Si riprende domenica con Lamezia-Spari, Modica Messina e Milazzo Hinterreggio per un campionato aperto più che mai sia in vetta sia in coda.

I risultati della 17ma di andata

Acicatena - Sambiase 1 - 4
Avellino - Trapani 0 - 2
Castrovillari - Palazzolo 1 - 1
Milazzo - Mazara 0 - 1
Modica - Rosarno 1 - 0
Nissa - Viribus Unitis 0 - 1
Rossanese - Hinterreggio 0 - 0
Sapri C. - Messina 0 - 2
V.Lamezia - Adrano 4 - 1



La classifica

Trapani 36
Milazzo 34
Lamezia 33
Rossanese 31
Rosarno 28
Sapri 26
Modica 23
Palazzolo 23
Avellino 22
Sambiase 22
Nissa 22
Messina 22
Hinterreggio 18
Mazara 17
Castrovillari 16
Adrano 15
Viribus U. 14
Acicatena 13