Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 629
MODICA - 22/12/2009
Sport - Calcio serie D: i rossoblù chiudono l’anno con un pari a Palazzolo e toccano quota 20 in classifica

Calcio: Panatteri: "Bravo Modica, ma serve più cattiveria"

L’attaccante di Nicosia ha segnato sei gol e guarda al futuro con convinzione
Foto CorrierediRagusa.it

Il sesto gol in campionato di Ignazio Panatteri (nella foto) vale il pari a Palazzolo. «Abbiamo molto da recriminare –dice il giocatore di Nicosia- Abbiamo giocato bene, imposto il nostro gioco e ci è mancata solo la cattiveria sotto porta perché abbiamo costruito almeno tre palle gol nitide. Peccato! Sono contento di questo mio primo scorcio di stagione al Modica e mi trovo bene; resto in rossoblù e smentisco le voci che mi danno al Lamezia. E’ vero che c’è stato qualche contatto ma non se ne è fatto nulla. Riprenderò regolarmente la preparazione e concluderò la mia stagione al Modica».

Nell’ambiente rossoblù fa ancora discutere la concitata fase finale nelc orso della quale l’arbitro ha prima convalidato il secondo gol di La Vaccara e poi lo ha annullato. «C’era un fallo su Chemi –dice Panatteri- il nostro difensore non è potuto saltare». I dirigenti, a cominciare dal presidente Riccardo Radenza, dal direttore generale Luigi Galazzo e dal direttore sportivo Franco Cassarà non hanno gradito la contestazione finale nei confronti di squadra e dirigenti da parte del Palazzolo anche perché nessuno aveva contestato o cercato di influenzare l’operato e la decisione dell’arbitro.

«Tra Modica e Palazzolo –dice il presidente Radenza- ci sono stati sempre ottimi rapporti e massimo rispetto. Non ci aspettavamo una reazione del genere subito dopo la conclusione della gara in campo e nel recinto degli spogliatoi». Pippetto Romano dal suo canto preferisce sorvolare e guardare alla partita.

«Un punto ci sta stretto, figuriamoci una sconfitta –dice il tecnico- La squadra ha dimostrato scarsa personalità nei momenti decisivi ma tutti hanno disputato un’ottima partita». Il Modica va ora in vacanza e riprenderà subito dopo l’inizio dell’anno nuovo per preparare le due prossime gare interne.

Il calendario infatti prevede l’ultima di andata contro il Rosarno e poi la prima di ritorno, sempre al polisportivo della Caitina, contro il Messina. Un’occasione di far punti e scalare la classifica anche se grazie al pareggio di Palazzolo il Modica è oggi fuori dalla zona play out e teoricamente salvo.