Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 814
MODICA - 17/11/2009
Sport - Calcio, Promozione: le due modicane entrambe sconfitte

Calcio: Moticea e Frigintini si leccano le ferite

Ultimo posto per la squadra di Alfonso Adamo che ha ceduto in casa contro l’Aquila Grammichele

Moticea sempre più giù. La sconfitta contro l’Aquila di Grammichele acuisce la crisi della società modicana anche perché si è trattato di uno scontro contro una concorrente diretta per la salvezza.

I ragazzi di Alfonso Adamo hanno annaspato ed evidenziato lacune evidenti. Attacco che non punge e difesa approssimativa, giocatori che non sembrano andare d’accordo in campo. In occasione del rigore fallito da Vittorio Sarta nel finale di gara le discussioni in campo non si sono contate e l’autore del tiro è andato sul dischetto non nelle migliori condizioni psicologiche. Non aiuta neanche la panchina visto che Alfonso Sdamo ha avuto finora un atteggiamento morbido nei confronti dei suoi calciatori che in numero sparuto frequentano gli allenamenti con regolarità.

I risultati dicono tutto; la Moticea è precipitata all’ultimo posto e sono le condizioni della squadra in particolare a destare perplessità. La società vuole correre ai ripari e sta cercando di dare ad Adamo qualche uomo in più per rimpolpare la rosa. La situazione finanziaria tuttavia non è delle più rosee ed il presidente Frasca non intende fare il passo più lungo della gamba.

QUI FRIGINTINI

«Resto fino per altre tre partite. Poi lascerò. L’esperienza con il Frigintini è positiva, la squadra mi segue e credo che ci possiamo salvare». Emanuele Sarta parla in questi termini della sua prima panchina in Promozione. Domenica è stata sconfitta sul campo di Francofonte ma il tecnico è soddisfatto della prova dei suoi. «Siamo stati sfortunati, prendere un calcio di rigore all’ultimo minuto dopo avere avuto alcune occasioni da gol non è il massimo. Ho avuto conferma – dice il tecnico- che il Frigintini può raggiungere l’obiettivo che si è prefisso. Siamo a metà classifica e domenica possiamo migliorare se battiamo in casa il Priolo che è una nostra diretta concorrente».

Sarta sta cercando di recuperare la forma fisica di alcuni giocatori tra cui Empolo. « Il giocatore c’è –dice il tecnico- dobbiamo solo metterlo in condizione di segnare dandogli palle a ripetizione dentro l’area. Non ci riusciamo ancora. Paolo Empolo è un uomo importante per noi ed attorno a lui deve girare il gioco d’attacco».

La società sta sostenendo lo sforzo della squadra cercando di superare l’handicap di dover giocare lontano dal Tantillo. « Giocare lontano dalla frazione ci penalizza –dice il tecnico- domenica saremo di nuovo al Vincenzo Barone e giocheremo a porte chiuse. I nostri tifosi meriterebbero di seguire la squadra e questo potrebbe aiutare gli stessi giocatori a dare di più ma per tutto questo campionato sarà così. Non potremo giocare a Frigintini e potremo usufruire solo tra qualche mese della presenza del pubblico al «Barone».