Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 716
MODICA - 09/11/2007
Sport - Volley serie B1 femminile e maschile

Stasera il big match tra Pvt
e la capolista S. Severino

Domani il Motuka è impegnato nel derby siciliano con il Brolo Foto Corrierediragusa.it

Per le due squadre modicane di volley è la giornata della verità. Stasera al PalaRizza, ore 18.30, è in programma la sfida della Pro Volley alla capolista S. Severino che precede le modicane di tre punti. La Pvt è reduce dalla vittoria esterna contro il Tortolì ed ha il morale alle stelle. Corrado Scavino recupera l’ infortunata Piergentili e può contare su Fragapane. In grande forma il capitano Alessandra Casoli (nella foto) che assicura insieme a Virginia Spataro il potenziale offensivo del sestetto. Casoli è sempre più il punto di forza del sestetto modicano e contro il Tortolì ha realizzato ben 32 punti. La capolista arriva a Modica imbattuta e per la Pvt è il banco di prova per capire se la squadra di Scavino può competere ad alto livello in questo campionato.

Domenica alle 18.30 altro appuntamento di richiamo con il derby siciliano tra il Motuka ed il Brolo per la B1 maschile. I padroni di casa arrivano alla sfida con qualche acciacco ma soprattutto con il morale basso. Gli atleti di Piero D’Angelo vengono da tre sconfitte consecutive e non possono permettersi altri passi falsi in classifica. « Dobbiamo recuperare ? dice D’Angelo ? Il Brolo gioca un buon volley ma noi dobbiamo evitare gli errori banali che ci hanno penalizzato soprattutto nella gara interna contro il Galatina quando non siamo riusciti a chiudere la partita. Pecchiamo un po’ di inesperienza ma la squadra ha dimostrato di poter giocare alla pari con tutti. Nel Brolo c’è un Vega in gran forma ed un gruppo di giocatori amalgamati». Nel Modica D’Angelo conferma il sestetto base e punta sull’estro di Bua e Gribov e la regia di D’Angelo.