Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 538
MODICA - 08/08/2009
Sport - Il patron del memorial Gianni Voi è pronto ed attende solo l’ok dal comune

Il "Peppe Greco" si sdoppia, gara femminile a Modica

Doppio appuntamento il 26 e 27 settembre nei due centri barocchi. Ci sarà anche una gara aperta agli amatori Foto Corrierediragusa.it

Il progetto c’è; ci sono anche le date ed i primi impegni con gli atleti. Il Peppe Greco si sdoppia, arriva a Modica e corre al femminile. Peppe Voi ha ormai definito i dettagli ed attende il via libera dall’amministrazione comunale e provinciale.

«Ci credo –dice il patron del Peppe Greco- Chiedo solo che mi aiutino perché manifestazioni al femminile su strada ce ne è pochissime e questa sarebbe una delle più rilevanti. Ho già contattato le migliore fondiste ed ho avuto una disponibilità di massima». La manifestazione è stata programmata nel centro storico della città il 26 settembre, sabato, il giorno prima del Peppe Greco, che è stato confermato a Scicli, dopo le incomprensioni di Voi con l’amministrazione comunale sciclitana.

La corsa modicana si chiamerà «Grazia Minicuccio», una giovane liceale scomparsa prematuramente ed alla memoria della quale è stata anche intitolata una fondazione. Dieci i chilometri del tracciato che si snoderà dalla chiesa di S. Pietro, percorre il corso Umberto fino a piazza Rizzone, risale per l’arteria principale della città, attraversa l’acciottolato di via Grimaldi e si conclude davanti alla chiesa barocca.

«E’ una gara sulla quale punto che completerebbe l’offerta del territorio nel campo sportivo, che richiamerebbe tanta gente e farebbe da traino al Peppe Greco- dice Gianni Voi». Ma il patron non si ferma alle due corse per professionisti dell’atletica ed ha anche programmato una corsa per amatori intitolata a Nino Baglieri, il paraplegico per il quale è stata inoltrata la domanda di beatificazione. La corsa modicana, sullo stesso percorso di corso Umberto, sarebbe aperta alle donne mentre il giorno dopo gli uomini correrebbero sul tracciato del Peppe Greco con una partenza anticipata.

Gianni Voi pensa insomma ad una due giorni piena di atletica che per la qualità e la quantità dei partecipanti susciterà l’interesse di sportivi, turisti, operatori del mondo sportivo con un rilancio di immagine di tutto il territorio ed in particolare delle due città barocche.