Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1162
MODICA - 10/07/2009
Sport - Calcio: prende forma l’Asd Modica Calcio

Calcio: al Modica Bonarrigo, Privitera, Cantone e Panatteri

Chiuse le trattative per i quattro giocatori e con il riconfermato Pellegrino Foto Corrierediragusa.it

Il Modica ha chiuso peer quattro nuovi giocatori; si tratta di Carmelo Bonarrigo, fantasista dai piedi buoni , ex Siracusa, Santi Privitera, centrocampista, già del Comiso, Cantone, l´anno scorso ad Adrano,portiere, e l´attaccante Panatteri, attaccante, a Messina neella scorsa stagione. L´accordo con i giocatori è stato sottoscritto ed i giocatori saranno a disposizione di Carmelo Giglio che ha dato il suo assenso agli acquisti. Nelle prossime ore la società conta di mettere a segno altri colpi per quanto riguarda soprattutto gli under; in cima ai desideri c´è l´ex messinese Romeo.

Molte le trattative in corso ma prima di concludere il direttore sportivo Franco Cassarà intende chiudere il discorso con i giocatori della scorsa stagione. Lunedì i vari Favata, Montalto,Versace, Genova, Vindigni, sono stati convocati in sede per definire la propria decisione. Da verificare in particolare le intenzioni di Vindigni e Montalto che potrebbero formare la coppia difensiva centrale anche per la prossima stagione insieme a Valentino Conti. Il difensore ragusano tra l’altro attende una risposta dal Modica prima di decidere il suo futuro avendo avuto altre richieste anche da società di serie superiore. Se uno di questi tre difensori centrali mancherà all’appello il Modica punterà dritto su Taverniti del Messina con il quale è stato aperto un discorso.

ACATE MODICA ADDIO, SI TORNA ALL´ANTICA DENOMINAZIONE
L’Acate Modica non esiste più. Dopo tre anni cambia la denominazione sociale ed i colori rossoblù saranno associati all’ « Associazione sportiva dilettanti Modica Calcio». L’ufficialità del cambio di denominazione è arrivata da Roma presso la segreteria della società di via S. Cuore. La pratica curata dal segretario Peppe Scarpata ha richiesto tempo, dedizione e fatica visto che il segretario ha dovuto fare tre volte avanti e indietro da Roma per mettere a punto tutti i dettagli in federazione.

Per gli sportivi ed i tifosi, in questi giorni in subbuglio per via della campagna acquisti, si tratta di una buona notizia e soprattutto di un atto che tutti hanno richiesto nel corso degli ultimi due anni. Non bisogna tuttavia dimenticare che solo l’acquisizione del titolo dell’allora Acate, militante e neo promosso in Eccellenza, consentì al presidente Antonio Aurnia tre anni fa di non far scomparire il Modica calcio visto che la società era stata obbligata a ripartire dalla terza categoria.

Sul fronte rafforzamento Carmelo Giglio sta lavorando a gomito stretto con il ds Franco Cassarà. L’addio di Filicetti obbliga il Modica a trovare un sostituto all’altezza; una ipotesi è quella di affidare la maglia del regista a Bonarrigo, ex del Modica edizione Pino Rigoli. Si intensificano poi i contatti con il Vittoria per uno scambio nelle due direzioni; Polessi potrebbe ritornare in biancorosso mentre il Modica potrebbe avvalersi delle prestazioni di Morelli che si è detto interessato a vestire il rossoblù. Con l’addio di Peppe Rosa Morelli può essere il punto di riferimento per l’attacco modicano ma Carmelo Giglio e la dirigenza stanno anche vagliando altre ipotesi compresa la riconferma di Genova.

TUTTI GLI UOMINI DI CARMELO GIGLIO
E’ rivoluzione Modica. Dopo la partenza di Gianluca Filicetti si delinea più chiaro il nuovo assetto del Modica. Con Filicetti, ancora in bilico tra Hintereggio e Siracusa, partirà anche Gigi Calabrese, richiesto da Felice Melchionna in Calabria.

Montalto e Favata hanno richieste da società di serie D ed al momento è il solo Pellegrino a restare in rossoblù. Probabile partente anche Nicola Polessi che potrebbe accordarsi con il Vittoria vista l’esiguità dell’offerta del Modica;non confermati Rosa ed Anselmo. E’ un Modica dunque rivoluzionato ma Giglio sembra avere già le idee chiare nonostante sia esordiente in serie D. Insieme al direttore sportivo Franco Cassarà, anche lui nuovo, ed al presidente Riccardo Radenza, il nuovo Modica prende forma.

Ci sarà Nicola Arena,di ritorno in rossoblù dopo un anno al Palazzolo. Due i giovani su cui punta la dirigenza per dare spessore al centrocampo; si tratta di Romeo del Messina e di Esposito del Siracusa, per i quali le trattative sono avviatissime ma non concluse. Per la difesa l’oggetto del desiderio è Taverniti, sempre del Messina, che dovrebbe costituire l’asse centrale con Vindigni, confermato, e Valentino Conti, proveniente dal Ragusa. Per l’attacco il nome più gettonato è quello di Pannitteri, anche lui al Messina lo scorso anno. Confermati, Falco come primo portiere, Sella e Lanza che copriranno le fasce esterne, Maiko Candiano che resterà per un anno ancora in rossoblù sotto la supervisione del Parma, Mancino,Porto,Sammito, Conato, Dell’Arte.

Giglio vuole giocare con il modulo il 4-3-2-1 ma l’allenatore vuole prima conoscere i nomi che avrà a disposizione. La rivoluzione rossoblù, a cominciare dall’allenatore, non convince molto i tifosi che hanno espresso molti dubbi su Carmelo Giglio ed hanno chiesto a Radenza di non smantellare la squadra. «Faremo la nostra bella figura-dice il presidente- Abbiamo tanti giocatori interessanti e li valorizzeremo». L’appuntamento per nuovi e vecchi rossoblù è fissato in sede per il 23 di questo mese; la preparazione si svolgerà al polisportivo della Caitina.

L´ADDIO DI GIANLUCA FILICETTI

Capitan Filicetti se ne va. La decisione del giocatore di lasciare il Modica dopo tre anni di militanza è arrivata proprio nel momento in cui tutto lasciava presagire per la firma del contratto della nuova stagione.

«Non mi sento di sposare il nuovo progetto sportivo - dice il giocatore -Il Modica vuole valorizzare i giovani, con grande correttezza e professionalità il presidente Radenza mi ha proposto un progetto sportivo prima ed economico poi che non è confacente alle mie aspettative, a trentuno anni voglio riservarmi la possibilità di giocare ad alti livelli sia serie C o serie D, per un campionato di vertice. Volevo rimanere a Modica e fino a qualche giorno fa non mi immaginavo con una maglia diversa, ma voglio giocare per vincere, voglio qualcosa altro che un contratto.
Ci i siamo lasciati molto bene con il presidente Riccardo Radenza ma ringrazio anche Antonio Aurnia ex presidente del Modica ed artefice del mio arrivo, Luigi Galazzo e tutta la dirigenza; ho vissuto in rossoblù le migliori annate della mia carriera sportiva, e voglio salutare tutta la tifoseria del Modica. Buona fortuna al Modica calcio».

Filicetti approderà all’Hintereggio di Felice Melchionna che è un suo grande estimatore, ma potrebbe anche andare a Siracusa, sua città natale per tentare l’avventura in C2 dopo quella di qualche anno fa con lo Stabia. «Ci siamo lasciati in ottimi rapporti e da persone che si rispettano» dice Riccardo Radenza « Dobbiamo pensare ora a costruire un nuovo gruppo ed abbiamo un paio di soluzioni per sostituire Filicetti».

(In alto foto di repertorio di Maurizio Melia)