Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 933
MODICA - 03/06/2009
Sport - Calcio: è il momento della programmazione in casa rossoblù

Calcio: per la Moticea tiene banco il toto allenatore

Il presidente Giuseppe Frasca iscriverà la squadra al prossimo campionato di Promozione

La Moticea sarà ai nastri di partenza del campionato di Promozione.

« Sarà un bel derby con il Frigintini – dice il segretario Nuccio Gugliotta- Complimenti ai nostri concittadini». La dirigenza della Moticea esclude tuttavia ogni ipotesi di fusione. « Ognuno per la sua strada- dice Gugliotta- Modica avrà il privilegio in tutta la Sicilia di avere una squadra in serie D e due in promozione. Tra le città non metropolitane è una vera eccezione».

Il primo obiettivo della società del presidente Giuseppe Frasca è quello dell’iscrizione al campionato che dovrà essere formalizzata entro il sette luglio. Frasca è alla ricerca di nuovi soci per sostenere il peso di un campionato che si annuncia difficile. « Non vogliamo commettere errori come quelli dello scorso anno quando ci siamo salvati grazie ai play out nonostante una buona intelaiatura di squadra».

Dal punto di vista tecnico la società sta vagliando tre possibilità per la guida tecnica della squadra. E’ esclusa la conferma di Macrì anche perché l’ex bomber del Modica ha declinato l’invito. Non ci sarà il ritorno di Peppe Bellio, esonerato a metà campionato. Non percorribile l’ipotesi di Massimo Belluardo come allenatore giocatore perché il capitano vuole solo pensare a giocare. La Moticea aveva tentato un approccio con Massimo Battaglia ma la promozione del Frigintini ha anche precluso questa strada.

Il presidente privilegia un tecnico motivato che ci sappia fare con i giovani con una certa esperienza alle spalle; altro requisito è quello di conoscere bene l’ambiente calcistico cittadino. Entro la prossima settimana la società scioglierà ogni dubbio e comincerà a pensare al completamento della rosa di prima squadra.