Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 417
MODICA - 29/05/2009
Sport - Calcio: finisce ai rigori,5-4, la finale play off contro il Corleone

Calcio: Frigintini in paradiso, è arrivata la Promozione

Grande festa nella frazione per un traguardo storico Foto Corrierediragusa.it

Hanno fatto festa fino a notte fonda giocatori e dirigenti del Frigintini al ritorno da Campobello di Licata. Insieme al sindaco Antonello Buscema ed all’assessore allo sport Enzo Scarso il gruppo ha brindato alla Promozione. « E’ stato un successo del gruppo, della lealtà e della correttezza – dice l’allenatore Massimo Battaglia alla sua prima esperienza su una panchina di 1ma categoria – Non è stato facile perché il nostro girone era fortissimo. A parte il Real Avola che è stato primo, Fly Vittoria e Canicattini sono stati avversari tosti".

Alla squadra ed alla dirigenza sono arrivati le congratulazioni del sindaco e dell’amministrazione ed il Frigintini è stato invitato sabato a palazzo S. Domenico per una cerimonia ufficiale di premiazione. Alla festa dei rossoblù in piazza Ottaviano mancava solo il presidente Giorgio Ruta alle prese con un problema fisico ma c’erano gli altri componenti il direttivo; dal vicepresidente Saro Cannata al segretario Marcello Spadaro, al factotum Giovanni Calabrese. Tra i protagonisti della promozione il cannoniere Antonio Occhipinti che ha messo a segno 23 reti in campionato,pur se ha mancato il terzo rigore contro il Corleone, facendo venire il groppo in gola ai cento tifosi presenti sugli spalti: tra le sorprese Corradino Scollo, 20 anni, esterno destro e Simone Pitino, centrocampista; la vecchia guardia rappresentata da Danilo Sabellini, ex Ragusa ed Orlandina, ed il capitano Angelo Spadaro ha dato sicurezza nei momenti difficili. La palma di eroe di Campobello tocca tuttavia a Salvatore Retrime che con la parata del quinto decisivo rigore ha dato la promozione al Frigintini.

Ora per la società si apre il capitolo campo sportivo perché il «Tantillo» non può ospitare gare del campionato di Promozione essendo privo di tribuna. L’amministrazione si è impegnata a provvedere sia per la sistemazione del terreno di gioco che deve essere allungato sia per la tribuna. Il sindaco e l’assessore allo sport hanno assicurato tempi celeri per il progetto anche grazie alla collaborazione con l’amministrazione provinciale.

(Nella foto: un gruppo di giocatori fanno festa a Campobello di Licata)




LA FINALE PLAY OFF CONTRO IL CORLEONE

Il Frigintini è in Promozione. Sul neutro di Campobello di Licata i rossoblù hanno infatti superato il Corleone ai rigori, 5-4, dopo che i tempi regolamentari e quelli supplementari erano finiti a reti inviolate.

E’ stato il capitano Angelo Spadaro a realizzare il rigore decisivo scatenando l’entusiasmo dei circa cento tifosi sugli spalti del civettuolo impianto agrigentino. La fase decisiva dei rigori ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Sbaglia il primo tiro dagli undici metri il Corleone e segna Zocco per il Frigintini; poi al terzo rigore lo sbaglio del cannoniere modicano Occhipinti che riporta le due squadre sul pari.

Il Corleone sbaglia anche il quinto rigore grazie ad un prodigioso intervento del portiere Retrime e il tiro di Spadaro dà la Promozione al Frigintini. Un traguardo inatteso e non programmato che dà alla città di Modica due squadre nel campionato di Promozione grazie anche alla presenza della Moticea e del Modica in serie D. Il Frigintini ha meritato di vincere perché ha tenuto sempre il bandolo del gioco nei due tempi regolamentari lasciando ben poco al Corleone; Retrime non ha corso praticamente pericoli mentre nel secondo tempo Sabellini ha colpito una clamorosa traversa.

Supplementari caratterizzati della stanchezza delle due squadre e poi i rigori per l’apoteosi finale dei rossoblù che concludono alla grande una cavalcata cominciata lo scorso Settembre agli ordini di Massimo Battaglia (Nella foto)