Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 456
MODICA - 21/04/2009
Sport - Calcio Promozione: Moticea salva con il batticuore

Calcio: Pippo Macrì saluta la Moticea e se ne va

L’allenatore ha chiuso la sua esperienza alla guida dei rossoblù

« Ho chiuso la mia esperienza. Toccherà a qualcun altro pensare al prossimo campionato». Pippo Macrì è chiaro e salute la società. « Sono stato chiamato dal presidente Giuseppe Frasca a metà campionato e non ho saputo dire di no – dice l’ex bomber rossoblù.
"Ci siamo salvati in extremis ma l’esperienza è stata un incubo. Giocatori che si sono allenati in modo saltuario per impegni personali, scarso impegno, e la domenica è stato difficile fare anche la formazione perché fino all’ultimo non sapevo su cui contare. A S. Croce in una partita importante per noi fino a poche ore prima della partita non ero sicuro di chi sarebbe venuto o meno. Io intendo il calcio in un altro modo, più professionale, e non ripeterò più questa esperienza. Grazie ed arrivederci».

Macrì ha diretto i rossoblù nel girone di ritorno ed è subentrato a Peppe Bellio cui era stato affidato il compito di allenatore giocatore dalla società. Bellio ha cominciato ad inanellare un serie di risultati negativi e la sconfitta sul campo dell’ultima in classifica, lo Scordia, gli è costato il posto.

Con Macrì la società ha pensato di dare una scossa all’ambiente ma i giocatori non sono stati sempre all’altezza della situazione tanto che la situazione in classifica è peggiorata. Solo i sette punti raccolti nel finale di campionato hanno salvato la Moticea ma non sono serviti ad evitare i play off. Poi la gara liberatoria contro il Belvedere.

La Moticea è stata al suo primo anno di Promozione « La società si è prefissa l’obiettivo della permanenza nella categoria – dice il presidente Giuseppe Frasca – Lo abbiamo centrato ma è stato più difficile del previsto soprattutto se pensiamo alla buona posizione alla fine del girone di andata. Rifletteremo su quello che è accaduto anche in previsione della prossima stagione».