Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 951
MODICA - 15/01/2009
Sport - Modica - Con Mauro Piras, già preparatore atletico di Alberto Tomba

Modica: campioni di tennis al Green Club

La struttura è stata scelta per uno stage di giovani promesse
Foto CorrierediRagusa.it

Futuri campioni crescono sui court del Green Club. La struttura modicana è stata scelta per uno stage di giovani promesse del tennis internazionale. Alina Mikheeva (al centro nella foto), 15 anni, russa di Mosca, Matei Hozia, 16 anni, rumeno, e Filippo Ghio, 17 anni di Genova, sono stati impegnati in uno stage di sei settimane sotto la guida di Mauro Piras, già preparatore atletico di Alberto Tomba , con alle spalle 15 anni di tennis sui campi della Florida con fior di campioni come Agassi, Roddick e Capriati.

Piras ha scelto il sud per trovare sole e bel tempo per il suo stage in preparazione dei tornei internazionali che dalla prossima settimana vedranno i suoi allievi impegnati a Dubai prima, ad Abu Dhabi ed in Oman. « Abbiamo scelto la Sicilia per le condizioni ambientali e Modica in particolare perché vi si trova la struttura più a sud che rispondeva alle nostre esigenze e per svolgere una preparazione come volevamo noi – dice Piras - Possiamo contare infatti su campi in sintetico, su un campo coperto, su una palestra attrezzata, quello che ci vuole per una preparazione di livello. Ritorneremo con un nostro gruppo di campioni juniores rumeni a breve».

Mauro Piras per il momento punta tutto su Alina Mikheeva che fa onore sul campo alle più famose connazionali. « Alina sarà tra le prime top 20 nel giro di due anni; ha tutto, fisicità, tecnica, carattere». « E’ la prima volta per me in Sicilia – dice Alina – Mi sono trovata bene. Abbiamo lavorato per sei, sette ore al giorno sui campi ed in palestra. Poche distrazioni, niente discoteche, solo qualche pizza e tanti gelati. L’ambiente ideale per lavorare, sereno, tranquillo, circondati da gente ospitale. Ritornerò ad allenarmi qui».