Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Novembre 2018 - Aggiornato alle 11:38
MODICA - 07/11/2018
Sport - Calcio, Promozione/D: i rossoblù in crisi di risultati e domenica c’è il Real Siracusa

Il Modica si affida a La Vaccara per recuperare il terreno perduto

Il tecnico, accolto con entusiasmo dai tifosi, deve innanzitutto ridare fiducia alla squadra Foto Corrierediragusa.it

Per Calogero La Vaccara (foto) è un inizio in salita. Domenica al «Barone» c’è il Real Siracusa, secondo in classifica e aspirante alla promozione in Eccellenza. Il neo tecnico del Modica ha incontrato i giocatori e per una buona mezzora ha parlato con loro nel chiuso degli spogliatoi prima di dirigere l’allenamento. La Vaccara punta sulle motivazioni della squadra dopo un periodo difficile che ha portato i rossoblù in una fascia anonima di classifica. Il tecnico saccense è stato presentato alla squadra dal Direttore Generale Peppe Sammito e dal Direttore Sportivo Ettore Cannella che poi hanno seguito le varie fasi dell’allenamento. Alcuni tifosi hanno dato il benvenuto a La Vaccara con fumogeni e cori d´incoraggiamento.

«I nostri tifosi –spiegano Ettore Cannella e Peppe Sammito– sono unici e da ammirare. Ci hanno sostenuto sempre in casa e in trasferta e in certi casi come domenica scorsa hanno rischiato anche l´incolumità. A loro a nome di tutta la dirigenza e della squadra diciamo un grazie e speriamo di ripagare il loro calore e i loro sacrifici con delle belle prestazioni e con i risultati che meritano. Ora tocca a noi e bisogna provare a vincere con il Real Siracusa Belvedere. Sappiamo che non sarà facile, ma dobbiamo provarci dal momento in cui i tre punti mancano da diverse giornate. Con la partita di domenica contro RG Siracusa abbiamo esaurito i nostri bonus e non abbiamo più possibilità di sbagliare. Il campionato è ancora lungo e tutto è ancora possibile. Siamo consapevoli – concludono – che ci aspetta un lavoro complicato, il nuovo tecnico deve cercare di conoscerci in fretta e tutti dobbiamo capire cosa vogliamo. Crediamo che ci potrebbe bastare una vittoria per ripartire in modo più sereno. Nel calcio tutto è possibile e noi lotteremo tutti insieme fino in fondo».