Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 699
MODICA - 19/11/2008
Sport - Modica - Lo schermidore modicano sale sul podio

Scherma: ancora successi per Avola

A La Spezia nella prima prova del Campionato Giovani
Foto CorrierediRagusa.it

Per l’ennesima volta Giorgio Avola (nella foto) della Conad Scherma Modica sale sul podio. Stavolta lo fa a La Spezia nella prima prova del Campionato Giovani, svolto sabato 15 novembre nella città ligure. Da commentare molto positivamente l’inizio di stagione del giovane modicano, che in due mesi è riuscito a collezionare ottimi risultati in Italia e in Europa. Importanti sono stati i podi ottenuti in Slovacchia e in Inghilterra.

A La Spezia Giorgio si prende la rivincita sul livornese Lari, che viene sconfitto per 15/12. I due si erano incontrati ad Amsterdam agli europei, dove il risultato era stato negativo per Avola. Giorgio dopo una gara svolta dimostrando le proprie ottime capacità, arriva in finale contro il compagno di nazionale Tobia Biondo, il quale ha la meglio sul modicano. Cosi, ancora una volta l’atleta della Conad Scherma Modica conquista una posizione di tutto rispetto nel ranking nazionale, dove attualmente occupa il secondo posto.

Ma la notizia più importante che riguarda ancora lo schermitore modicano è la medaglia di bronzo ottenuta ad Amsterdam in occasione degli Europei, dove la squadra italiana riesce a portare a casa la terza medaglia più importante. L’Italia è stata rappresentata nella capitale olandese da Tobia Biondo, Giorgio Avola, Tommaso Lari e Alessio Foconi. I quattro hanno incontrato al primo turno gli atleti slovacchi, battuti con un risultato di 45/17, successivamente è stata la volta della squadra bielorussa, anch’essa battuta, ma stavolta per 45/26. Nel turno di semifinale si presenta agli italiani una nazionale non facile da battere, la Russia, in cui troviamo schermitori di alto livello. Proprio in questo assalto i quattro italiani si fermano davanti alla potenza dei russi, che dominano le frazioni di gara con il risultato finale di 45/37.

Infine rimane da disputare l’incontro che assegna la medaglia di bronzo e in pedana troviamo la nazionale italiana contro quella polacca, ma è quest’ultima che si dovrà accontentare del quarto posto perché sconfitta dalla squadra tricolore. Il nome di Giorgio Avola in questo periodo si sta imponendo sui vari livelli, onorando la sua società che lavora giornalmente per far nascere e portare avanti campioni nella scherma e nella vita.