Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 15:06
MODICA - 25/02/2018
Sport - Calcio, Promozione/D: i rossoblù subiscono ancora 4 gol, è la terza sconfitta consecutiva

Frigintini battuto a Priolo, Modica pari scialbo con Carlentini

Al "Barone" la partita si è vivacizzata solo nella ripresa, ppoche occasioni da rete Foto Corrierediragusa.it

Sporting Priolo-Frigintini: 4-1
Marcatori: 17´ pt Nitto, 25´pt Pecorari, 5´st Liistro, 15´st Miraglia, 45´st Inturrisi

Sporting Priolo: Loreto, Nitto, Liistro, Sillah Kebba, Bongiorno, Zagami, Miraglia (60’ Serrantino), Giarratana (75’ Gozzo), Pandolfo (Camara Alpha), Ruiz, Saraceno (65’ Inturrisi). A disposizione: Riitto, Blanco, Bonaccorso. All. Giacalone

Frigintini: Caccamo, Iapichino, Dongola (75’ Barillà), Garaffa, Bonomo, Fidone (90’ Sparacino), Aliaj, Cassarino (85’ Cataudella), Vicari, Calabrese (90’ Puccia), Pecorari. A disposizione: Lucifora, Buongiardina, Iemmolo. All. Adamo

Arbitro: Vazzano di Catania
Note:espulso: Serrantino. Ammoniti: Pandolfo, Miraglia; Dongola, Iapichino e Bonomo


Terza sconfitta consecutiva per il Frigintini. Il Priolo dilaga nella ripresa ma il risultato non rispecchia quanto si è visto in campo. Il Frigintini si è infatti battuto ed ha cercato in tutti i modi di recuperare lo svantaggio che alla fine risulta pesante per la squadra di Adamo. Primo tempo equilibrato che finisce in parità. Pur privo di Bennardo il Frigintini contrasta bene a centrocampo ma per una ingenuità difensiva subisce gol su azione da calcio d´angolo al 17´. Nitto porta in vantaggio i padroni di casa. La squadra modicana non si scompone e trova il gol del pari con Pecorari sugli sviluppi di una punizione.

Il secondo tempo non porta bene al Frigintini che dopo 5’ subisce il vantaggio locale con un eurogol di Liistro che incoccia il palo e finisce dentro. Reazione Frigintini con Pecorari e Vicari ma sono ancora i padroni di casa a passare con Miraglia. Vicari manca il gol del 3-2 da favorevole posizione. Risultato fissato sul 4-1 allo scadere dopo che il Frigintini ha colpito un palo con Barillà. Inturrisisi servito da Gozzo batte Caccamo per il 4-1 definitivo.

Modica-Carlentini:0-0

Modica: Giannì, Cassibba (26’pt S. Sammito), Sarta, Pitino, Basile, Buscema, Incardona, Barrera, Marco Adamo (36´pt Livia), E. Sammito (18´st Occhipinti), Galfo (27’st´ Blandino)

Carlentini: Sanfilippo, Castiglia, Giliberto, Mangiameli, Marziano, Micileli, A. Sgroi (42’st S. Sgroi), Messina, Longo (28’st Quaranta), Sinatra, La Ferla

Arbitro: Montevergine di Ragusa


Il Modica tiene il pallino del gioco ma non sfonda. Il Carlentini porta via il pari dal «Barone» facendo il minimo sindacale. Partita noiosa soprattutto nel primo tempo quando la palla staziona a centrocampo e le difese fanno buona guardia. L’unica azione degna di nota è di Sinatra che al 42’ in slalom supera due avversari etita appena in area. Giannì respinge, in area rossoblù si crea una mischia prontamente risolta da Basile che spazza l´area e allontana la minaccia.

Nella ripresa Rappocciolo manda in campo Occhipinti che dà più brio e peso in avanti. Al 10’ cross dalla sinistra di Incardona, Pitino sul secondo palo colpisce di testa con palla che si stampa sulla traversa. Risponde al 21’ Sinatra che va via sulla destra e crossa al centro per Longo che da pochi passi. Giannì para d’istinto. Al 24’ Livia controlla palla in area di rigore avversaria e fa partire un tiro cross sul quale s´inserisce Occhipinti, Sanfilippo in uscita bassa è bravo a chiudere lo specchio di porta all´attaccante rossoblu con una coraggiosa uscita bassa. Al 30’ ed al 37’ Occhipinti si fa vivo con un paio di punizioni ma non inquadra la porta. Allo scadere Pitino serve in verticale Occhipinti che entra in area dal vertice sinistro si gira e tira sul primo palo con Sanfilippo che in bello stile respinge a pugni chiusi.