Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 19 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 12:56
MODICA - 21/01/2018
Sport - Calcio, Promozione/D: al "Barone" il fanalino di coda Rinascitanetina strappa un punto

Frigintini deludente pareggia, Modica corsaro con il Motta

Tripletta rossoblù nel primo tempo e partita chiusa dopo mezzora Foto Corrierediragusa.it

Frigintini-Rinascitanetina:1-1
Marcatori: 19’pt Strano su rigore, 34’pt Vicari su rigore

Frigintini: Caccamo, Iapichino, Dongola, Garaffa (15’ st. Sparacino), Bennardo (23’ st. Calabrese), Fidone, Vilardo, Cassarino, Vicari, Pecorari (40’ st. Leone), Aliaj (33’ st. Barillà)


Il fanalino di coda strappa un punto al «Barone». Il Frigintini non è in giornata e si dimostra più arrendevole del solito. I gol sono arrivati entrambi su calcio di rigore e le occasioni da gol sono state pressocchè inesistenti. Il Frigintini ha deluso e non ha quasi mai impensierito il protere ospite Paladino anche se l’inizio sembrava promettere bene.

Al 5’ Vicari –su cross di Garaffa dalla destra- non imprimeva forza al colpo di testa da pochi passi e il portiere ospite parava. Al 7’ lo stesso attaccante rossoblù si liberava in area dalla destra e lasciava partire un diagonale con il portiere ospite che smanacciava il pallone evitando che lo stesso terminasse in rete. Invece dopo avere percorso quasi tutta la linea di porta la sfera veniva allontanata. Pericolo scampato. Al 19’ erano gli ospiti ad andare in vantaggio. Contrasto in area frigintinese fra Bennardo e Strano, che cadeva a terra, e per il direttore era calcio di rigore. Lo stesso attaccante (ex Modica) realizzava lo 0-1 (foto). Poco dopo Caccamo deviava in angolo una conclusione velenosa di Gallo. Al 34’ occasione per il pareggio, ma il portiere deviava in angolo la conclusione di Pecorari. Il pareggio arrivava poco dopo con un altro calcio di rigore. Contrasto in area ospite e tiro dagli undici metri di Vicari che mette dentro. Nel secondo tempo delusione completa, con il Frigintini incapace di ragionare e fare girare il pallone così come in altre occasioni. Quelle poche volte che è stato fatto sono arrivati i pericoli per il portiere ospite Paladino. Fra la delusione generale la gara aveva termine sul risultato di parità 1-1.

Motta-Modica: 0-3
Marcatori: 1’pt Livia, 6’pt Adamo, 31’pt Buscema

Motta: Sciuto, Vitale, Tirendi (1´st Torre), Montalto ( 22´ st Giuffrida), Zumbo, Moring, Rubino, Ancione, Tosto, Messina, Ciaccio (35´ st Testaì)

Modica: Falco, Cassibba, Sarta, Pitino (21´st Basile), Blandino, Buscema, Incardona, Barrera, Livia, Stefano Sammito, Adamo (31´ st Campailla)

Arbitro: Neto di Messina

Note: espulsi Livia al 10´st e 45´ Moring st

Tripletta vincente per il Modica che passa sul campo del Motta. I rossoblù hano chiuso già nella prima mezzora la gara e hanno poi controllato il gioco nonostante abbiano giocato buona parte della ripresa in inferiorità numerica per l’espulsione di Livia e con alcuni giocatori, come Antonio Adamo, Galfo e Noukri indisponibili.

Non è passato il primo giro di lancette che Livia porta in vantagio i rossoblù con un pallonetto su assit di Stefano Sammito dalla destra. Dopo appena 5’ raddoppio con Adano che riceve da Livia che fa da torre e favorisce l’inserimento dell’attaccante. Il Motta cerca di reagire ma è poca cosa. Al 24´ Moring s´invola sulla destra e crossa basso al centro, la sfera attraversa tutta l´area di rigore modicana e arriva sui piedi di Ancione che batte a rete a colpo sicuro, ma il suo tiro e respinto con il corpo da Blandino. Al 31´ il terzo gol che mette in cassaforte il successo per il Modica. Buscema trasforma un calcio di punizione dai venti metri con palla che s´insacca sotto la traversa.

Al 39´ ancora in gol i rossoblù ma l’arbitro fischia il fallo di Livia per gioco pericoloso. Nel secondo tempo succede poco. L’uncico «brivido» è dato dall’espulsione di Livia al 10’ per una presunta gomitata al diretto marcatore. La difesa stringe i corridoi verso Falco e non corre rischi. E’ il Modica a sfiorrare il quarto gol con Incardona al 24’ su punizione e con Stefano Sammito al 34´ e al 42´ ma in tutte e tre le circostanze i tiri finiscono a lato non di molto. Al 45´ anche il Motta resta in dieci per l´espulsione diretta di Moring ma la partita è già finita