Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 833
MODICA - 09/11/2008
Sport - Calcio serie D - I rossoblu vincono sui peloritani, apparsi distratti

Un grande Modica strapazza
il Messina con un rotondo 3 - 1

La prova d’orgoglio non ha deluso le aspettative con Rappocciolo in panchina. Reti di Rosa, Pellegrino e Filicetti
Foto CorrierediRagusa.it

MODICA - MESSINA 3 – 1

Marcatori : 15’ Rosa, 21’ Pagano su rigore,24’ Pellegrino, 37’ Filicetti.

Modica – Falco 7, Lanza 5, Sella 6, Vindigni 6, Montalto 6, Favata 7, Candiano 7, Pellegrino 6, Rosa 7, Filicetti 7 ( 43’st Manzano sv), Genova 6 ( 22’ st Versace 5). All. Rappocciolo.

Messina – Caroccia 5, Crisafulli 6, De Bellis 6, Bevo 5 ( 46’ Ortosi 7), Taverniti 5, Femiano 5 (1’st Oliva 5), Ancione 5, Quinto 6, Pagano 5, Niscemi 5, Dall’Oglio 5 (10’st Romeo 5). All. Di Maria.

Arbitro – Partuini di Latina 7

Note- Terreno in precarie condizioni. Pioggia intermittente. Spettatori 800 circa. Espulso Ancione al 29’ st per una gomitata a Favata. Rappocciolo al 40’st per proteste. Ammoniti Candiano, Sella, Falco,Pellegrino; Quinto Ortosi, Niscemi, Crisafulli. Angoli 4 a 4. Recupero 2’pt, 5’st.

Modica – Il Modica si riscatta ma il Messina non c’è. Tra i rossoblù rabbia, volontà, corsa, determinazione, tra i giallorossi leziosità, sufficienza, scarsa voglia di lottare, lacune tecniche. Si spiega così il passivo a carico degli ospiti che capitano al polisportivo della Caitina nella giornata meno opportuna per loro. Di fronte c’è infatti un Modica che gioca sotto gli occhi attenti del nuovo allenatore Pippo Romano, ex regista messinese, che segue la squadra per la prima volta dalla tribuna insieme al presidente Riccardo Radenza; in campo ci sono i vari Filicetti, Rosa, Favata, Montalto che danno l’anima e vogliono dimostrare che l’allontanamento di Corrado Vaccaro non è imputabile allo spogliatoio.

Il Modica gioca una partita con il coltello tra i denti ed azzanna subito l’avversario mettendolo al tappeto già nel primo tempo. La seconda frazione si gioca infatti per onor di firma con la complicità non voluta degli ospiti. Aspetti infatti il Messina ma i peloritani si vedono raramente dalle parti di Falco. Quelle poche volte che ci arrivano il portiere si esalta e chiude la porta. Imbarazzante la prova del Messina , arrivato a Modica per riscattare la prova interna con il Siracusa e per rilanciarsi in classifica. Di Maria manda in campo una squadra a trazione anteriore con Niscemi, Pagano ed il supporto di Ancione. Tre punte o quasi che non riescono tuttavia quasi mai a pungere più di tanto.

A centrocampo Bevo trotterella e cerca di imbastire gioco coadiuvato da Quinto, Dall’Oglio e dalle avanzate di De Bellis e Crisafulli. Il 4-3-3 di Rappocciolo funziona perché tiene impegnato tutto il fronte difensivo avversario ma soprattutto perché nei giocatori c’è voglia di riscatto. La squadra si muove compatta e non si allunga mai, Favata e Pellegrino fanno da cerniera e Candiano tampona tutti i buchi. I rossoblù sono in condizione e si vede, hanno una marcia in più quando accelerano mettendo la retroguardia messinese in difficoltà. Il dopo Vaccaro comincia nel migliore dei modi pur se la strada è ancora lunga; Romano trova una squadra motivata e decisa a dimostrare che le tre sconfitte di fila sono ormai lontane e frutto solo di un momentaccio. Partita subito scoppiettante con Pagano che si presenta solo in area al 13’, la sua girata è però intercettata in uscita da Falco che para anche la ribattuta di Crisafulli.

Modica in gol al 15’. Rosa riceve palla sulla tre quarti, avanza con la palla e piazza un collo piede destro che si spegne nell’angolo. C’è poco da festeggiare perché cinque minuti dopo Lanza tradisce la sua inesperienza affondando Femiano in area sul corner di Ancione. Rigore sacrosanto che Pagano trasforma. Dura poco il pari perché al 24’ Filicetti batte una punizione sull’out sinistro. Il pallone è sul primo palo, entra Pellegrino di testa e gira in rete con la difesa ospite presa di sorpresa. Al 37’ ancora Filicetti protagonista; il fantasista riceve palla da Rosa venti metri fuori dall’area, avanza con Taverniti alle costole ma trova lo spazio per un tiro velenoso che Caroccia non arriva a deviare. Finisce praticamente qui la partita;nel secondo tempo Aliotta potrebbe riaprire la gara al 21’ ma il suo tiro è intercettato da Falco in uscita, il Modica fa barriera a centrocampo e rilancia. Solo al 45’ una avanzata di Sella semina il panico in mezzo all’area ma il risultato non si sblocca.


Serie D - Girone I
12ma giornata (domenica 09 novembre 2008)

Adrano-VicoEquense 0-0
Castigl.-Castrovill. 0-2
Hinterreg.-Sapri 2-1
Modica-Messina 3-1
Nissa-Trapani 2-1
Savoia-Acicatena 2-2
Siracusa-Palazzolo 3-0
Viribus U.-Puteolana 1-0
Vittoria-Rosarno 2-2


CLASSIFICA

Siracusa 29

Nissa 22
Sapri 22
Viribus 22

Rosarno 18
VicoEquense 18

Castrovill. 15
Hinterreg. 15
Palazzolo 15

Acicatena 14
Modica 14
Sangiusep. 14
Trapani 14

Adrano 13

Messina 9

Castiglione 8

Atl.Puteola 7
Savoia 7

Vittoria 6


(Nella foto in alto da dx Romano e Rappocciolo)


Le più belle azioni di MODICA - MESSINA negli scatti di MAURIZIO MELIA