Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:26 - Lettori online 903
MODICA - 01/07/2017
Sport - Volley, serie B: da definire le posizioni di Bocchieri, Pappalardo e Di Pasquale

Volley Modica, Giovanni Chillemi va al Cinquefrondi

In alto mare la questione allenatore. Forse verso una soluzione interna per il successore di Corrado Scavino Foto Corrierediragusa.it

Giovanni Chillemi lascia il Volley Modica. Il giovane centrale modicano andrà al Cinquefrondi Reggio Calabria che ha puntato su Chillemi per rafforzare il sestetto che punterà senza mezzi termini alla promozione in A2. In casa modicana non è stato frapposto alcun ostacolo perché Giovanni Chillemi potesse trasferirsi in terra calabra dopo essere cresciuto nella società modicana. La società è ora alle prese con la definizione dell’organico per la prossima stagione a cominciare dalla scelta del tecnico. Dopo la separazione da Corrado Scavino la società potrebbe optare per una soluzione in casa. L’attenzione della dirigenza è su Enzo Sgarlata e su Donato Borgese per la panchina biancazzurra. I due tecnici hanno guidato con successo le formazioni giovanili e sono pronti al gran salto in B2. Non è escluso tuttavia l’arrivo di un tecnico esperto e conoscitore della categoria con il quale condividere u progetto almeno biennale.

Ci sono poi alcune questioni da chiarire perché Pappalardo e Bocchieri (foto) non sarebbero intenzionati a continuare a giocare, almeno a livello di B, e vorrebbero lasciare. I dirigenti sono tuttavia fiduciosi di far ritornare sui loro passi i due giocatori. Dionisio Di Pasquale è invece ambito da altre società e potrebbe optare per altre soluzioni. Anche in questo caso tutto da decidere. Sta di fatto che alcuni dei punti fermi del Volley Modica sono ancora in bilico e le prossime settimane saranno decisive per capire come sarà l’organigramma 2017-18.