Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 17:25 - Lettori online 529
MODICA - 16/01/2017
Sport - Volley, B2: le modicane restano a quota 17 in classifica fuori dalla zona play out

Pro Volley Team lotta ma si arrende alla vicecapolista Pedara

Hanno pesato gli errori in fase offensiva e qualche decisione arbitrale nei momenti topici della gara Foto Corrierediragusa.it

Pro Volley Team Modica–Planet Pedara: 1-3 (25-15, 24-26, 21-25, 22-25)

Modica: Sotera 17, Licitra 1, Richiusa 6, Leggio 14, Piscopo 18, Caruso 6, Gabriele 9, Pirrone 3, Di Emanuele, Ferrantello lib, Fiore Ne, Spadaro Ne; 1 All: Rizzo

Pedara: Lo Re 23, Ricchiuti 6, Albano 7, Loddo 5, Rapisarda 2, Marino 18, Bontorno 3, Gueli Lib, Barbagiovanni Ne, Leonardi Ne, Di Lorenzo Ne, Gueli Lib. All: Andaloro


Il Pro Volley Team interrompe la striscia vincente contro la vicecapolista Pedara. Le modicane hanno giocato a lungo alla pari con le etnee ma si sono dovute arrendere per qualche errore in più e qualche decisione arbitrale discutibile. Nel primo set Pedara è letteralmente annichilita dal gioco brillante del sestetto di Luana Rizzo. Lo spauracchio Lo Re spara a salve ben contenuta dal muro modicano e spesso cercata in ricezione. 8-5 al primo tecnico che diventa 11-6 prima del ritorno pedarese che si porta a 11-8. A questo punto inizia la fuga delle locali con un’ottima Giulia Sotera e strada spianata verso il facile e inaspettato 25-15 finale.

Il secondo set vede al via un Pedara più concreto e meno falloso. Lo Re e Marino sono le fuoriclasse di un sestetto dove le altre si rivelano oneste gregarie. A 8-13 torna però in cattedra la Pvt Modica. Momento straordinario per Giulia Leggio che suona la riscossa con quattro punti consecutivi dove mette in mostra tutto il suo repertorio. Modica riesce a ribaltare il set andando al secondo tecnico 16-15. L’inerzia sembra tutta per le locali, l’impresa appare a portata di mano quando Modica arriva a condurre 23-20. Qualche errore di troppo in ricezione impedisce di sferrare il colpo del Ko. Pedara mette a segno 4 punti consecutivi e guadagna la palla set, annullata da Caruso. Sul 25-24 Planet un attacco di Leggio sigla il pari. Ma Bonomo, il direttore di gara incerto su ogni decisione, dopo qualche secondo chiama l’invasione a Gabriele e consegna il punto dell’1-1 alle ospiti.

Il Pvt non risente delle polemiche e comanda gran parte del terzo set anche se non riesce mai a scappare. Ottima la regia di Sara Gabriele che alla fine si toglie anche lo sfizio di chiudere a 9 punti conditi da 2 ace. Lo Re gioca a momenti ma quando lo fa riesce a fare male. 14-18 Planet, Rizzo chiama in panchina Piscopo, bersagliata dalle battute delle etnee, e manda in campo Licitra. Stessa sorte per Richiusa che si accomoda per fare spazio a Pirrone che si presenta subito con un muro. Il Pvt ricuce lo strappo e arriva al 18-18 ma Lo Re e (soprattutto) Marino consegnano il punto a Pedara.

Nel quarto set rientra in campo Piscopo per dare più forza agli attacchi ed i risultati arrivano. Dopo il 10-7 iniziale però torna a regnare l’equilibrio. Si va avanti punto su punto quando una battuta di Gabriele che coglie il nastro viene vista clamorosamente sull’asticella dal secondo arbitro. Invece del 23-22 si va al 22-23 , Pedara ringrazia e continua la sua cora verso la promozione. In casa Pvt molto rammarico ma anche la convinzione che la squadra c’è.