Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 859
MODICA - 20/10/2016
Sport - Volley, serie C: il sestetto guidato da Carmela Lauretta ha perso alcuni elementi

Volley Modica vola in Coppa Italia e si prepara al campionato

Dal Pro Volley Team sono arrivate Carmela Zaccaria e Manuela Cassibba. Si punta ai play off Foto Corrierediragusa.it

Anche quest´anno la Volley Modica é ai nastri di partenza del campionato di serie C. Carmela Lauretta resta alla guida di una squadra agguerrita che vorrà ben figurare nel prossimo torneo. Sono partite Marica Caruso e Susanna Spadaro per il Pro Volley Team mentre per motivi di studio lascia anche Federica Cavallo. La squadra è stata rinforzata con gli innesti di Federica Zaccaria e Manuela Cassibba provenienti dal PVT. Inoltre il gruppo di giovani del vivaio che l´anno scorso hanno ben figurato nella Prima divisione, premono per guadagnarsi in posto in prima squadra.

La stagione é iniziata nel migliore dei modi, già sono stati disputate due partite ufficiali del torneo di coppa Sicilia con altrettante vittorie nei confronti di Annunziata Chiaramonte e Ardens Comiso. La squadra di Carmela Lauretta è quindi al comando del girone N a 5 punti. Domenica le rossoblù affrontano il Motuka ancora a quota zero in classifica per cui la qualificazione al turno successivo dovrebbe essere cosa fatta. L’ultima domenica del mese il primo impegno in campionato contro l’Adrano in trasferta per capire di che pasta è fatta il nuovo Volley Modica.

Questa la rosa rossoblù: Carmelisa Arrabbito e Agnese Lucifora (pallegiatrici), Gloria Cappello, Manuela Cassibba e Paola Garofalo (centrali), Dalila Garofalo e Noemi Zaccaria (opposte) Martelli; Alessia Pitino, Federica Zaccaria, Omnia Caccamo (martelli), Giovanna Scirpa e Stefania Vilardo (liberi).