Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1317
MODICA - 12/08/2016
Sport - Scherma: gli Stati Uniti travolgono il quartetto italiano per 45-31

Rio, Avola e Garozzo non bastano. Bronzo sfugge ai fiorettisti

Il modicano: "Ci tenevo a tornare a casa con una medaglia ma loro sono stati più squadra" Foto Corrierediragusa.it

L´Italfioretto non riesce a salire sul podio. La squadra formata da Giorgio Avola, Daniele Garozzo, Andrea Cassarà e Andrea Baldini dopo avere perso la semifinale con la Francia perde in malo modo anche la "finalina" per il terzo posto contro gli Stati Uniti. Niente bronzo dunque per gli azzurri che venivano accreditati della vittoria finale dopo l´oro vinto a Londra 2012. Non succedeva da 20 anni che il fioretto non portasse a casa una medaglia e questa è in qualche modo una notizia. Contro gli Stati Uniti ancora una volta il quartetto azzurro ha cominciato bene ma si è perso per strada cedendo per 45-31. Una delusione cocente che pone molti interrogativi sulla tenuta nervosa del quartetto azzurro.

I più positivi sia in semifinale che nella finalina sono apparsi Giorgio Avola, che contro i francesi si è difeso bene e contro gli americani ha portato la squadra sul 20-17 con una serie di stoccate pregevoli dal punto di vista tecnico. Nè Garozzo nè Avola sono riusciti, tuttavia, ad arginare la forza degli americani che si portano sul 30-21 dopo 6 assalti e poi vanno a conquistare il bronzo approfittando di un Baldini in giornata nerissima (8-0 il parziale nei suoi confronti nel duello con Meinhardt. In casa azzurra si tirano già le prime somme di una spedizione che ha dato poco rispetto alla tradizione della scherma italiana. Il solo oro di Daniele Garozzo non può bastare e anche l´argento dell´altra acese Rossella Fiamingo nella spada, che fa il paio con il secondo posto di Elisa Di Francisca, non possono bastare.

La semifinale contro la Francia

La semifinale di fioretto a squadre dà al quartetto azzurro (Avola, Garozzo, Cassarà e Baldini) una grande delusione. Per i vincitori dell’oro a Londra 2012 è stata una debacle contro la Francia. Il 45-30 finale dice tutto e parla di una prestazione incolore degli azzurri nonostante un buon inizio soprattutto da parte di Daniele Garozzo e Giorgio Avola. I francesi hanno cambiato le sorti dell´incontro piazzando un 8-2 di parziale nell´assalto tra Lefort e Cassarà e la squadra azzurra non è riuscita a recuperare.

Lefort, vincente anche contro Garozzo (5-2), ha spento le velleità di rimonta azzurre, definitivamente crollate con il 5-0 subito dal subentrante Baldini contro Le Pechoux. Giorgio Avola si è difeso con un buon parziale di 6-5 nella seconda tornata ma il modicano si è arreso nel corso delle battute finale. Nei quarti gli azzurri avevano dominato l´assalto contro i padroni di casa del Brasile, vincendo senza problemi.