Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 413
MODICA - 09/08/2016
Sport - Scherma: è lo stesso quartetto che ha vinto l’argento ai recenti Europei di Torun

Giorgio Avola cerca la rivincita nella gara a squadre di fioretto

In pedana venerdì alle 14 italiane per gli ottavi. Obiettivo minimo è un posto sul podio Foto Corrierediragusa.it

La scherma fa festa per l’oro dell’acese Daniele Garozzo e guarda già avanti. Giorgio Avola cerca di mitigare la delusione patita per la sconfitta ai quarti che gli hanno precluso un possibile podio e prepara già l’appuntamento di venerdì quando alle 14 (ora italiana) scenderà ancora in pedana per gli ottavi di finale nella prova di fioretto a squadre. Insieme al fiorettista modicano il veterano Andrea Baldini, Andrea Cassarà e il neo campione Daniele Garozzo. I pronostici accreditano la squadra italiana per un posto sicuro sul podio anche se bisognerà guardarsi da americani e cinesi e soprattutto i russi che hanno battuto in finale la squadra italiana ai recenti Europei di Torun.

Giorgio Avola prepara la rivincita personale per contribuire in modo decisivo a conquistare una medaglia ed arricchire un già ricco medagliere italiano. Sia Avola sia Garozzo fanno parte del Gruppo sportivo delle Fiamme gialle, ed oltre ad essere conterranei, hanno fatto insieme la stessa strada allenandosi al PalaScherma modicano dove Garozzo arrivava in trasferta da Acireale per usufruire dell’impianto ed essere guidato dai tecnici della Scherma Modica. I due siciliani saranno la coppia di punta della squadra e cercano ancora una volta l’oro.

(foto: da sin. Garozzo, Avola, Baldini Cassarà)

L´eliminazione di Giorgio Avola

L’olimpiade di Giorgio Avola si ferma ai quarti. Il fiorettista modicano ha infatti ceduto di misura contro l’americano Alexander Massialas che ha prevalso di appena una stoccata, 15-14. E´ l´acese Daniele Garozzo a "vendicare il modicano battendo l´americano in finale per 15-11 regalando il primo oro della scherma all´Italia. Per Giorgio Avola è stata una grande delusione visto che era accreditato per un posto sul podio nel fioretto individuale. Gara intensa che Avola sembrava potere governare arrivando al successo. Avola era infatti in vantaggio per 14-8 e quindi ad una stoccata dal successo. Ha subito invece un parziale di 7-0 dall´avversario che ha preso coraggio e lo ha superato. Quasi una ripetizione della gara di Rossella Fiamingo che si era fatta recuperare nella finale di spada femminile. Un vero peccato per Avola che avrebbe dovuto dimostrare maggiore freddezza nei momenti decisivi.
"Ho buttato via un´Olimpiade. Penso ci sia poco da dire -ha detto il fiorettista modicano- La scherma e´ così, e´ colpa mia. Ero avanti 14-8? Ho sbagliato io, non sono riuscito a fare nulla. L´Olimpiade non perdona".

Agli ottavi si era fermato Andrea Cassarà battuto dal britannico Richard Kruse per 15-12. Giorgio Avola aveva cominciato bene la sua prima olimpiade da individuale battendo Gomez alle qualificazioni (15-5) e il tedesco Peter Ioppich agli ottavi(15-13).