Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 796
MODICA - 04/09/2008
Sport - Calcio - Reso noto il calendario di serie D

Casavecchia e Versace firmano Il Modica gioca col Castiglione

La campagna acquisti può considerarsi chiusa Foto Corrierediragusa.it

Firmano Casavecchia e Versace ed il Modica chiude la campagna acquisti. « Non sono previsti altri arrivi ? dice il d.s. Luigi Galazzo ? Non avrebbe senso acquistare altri giocatori; tra i giocatori esperti ci sono Pellegrino, Rosa, Genova, Favata oltre a quelli dell’anno scorso; ci manca solo un giovane 89’ e poi saremo al completo».

E´ stata trasmessa in lega la documentazione relativa agli ultimi arrivati, i due centrocampisti calabresi, Casavecchia, classe 89’ e Versace che saranno pertanto disponibili domenica. « In riferimento al campionato - dice l´allenatore Corrado Vaccaro - mi sembra un calendario equilibrato; faremo tre trasferte in Campania all’andata ed altrettante al ritorno. Siamo invece penalizzati per la gara casalinga contro il Siracusa che si gioca mercoledì 17; era l’occasione per fare un buon incasso».

A causa dell’inserimento del Messina nel girone I il calendario prevede infatti quattro turni infrasettimanali, alla terza di andata e ritorno ? il Modica giocherà contro il Siracusa- ed all’undicesima giornata- Acicatena Modica. Il calendario prevede anche due soste, l’otto febbraio ed il 12 aprile e si concluderà il 17 maggio quando il Modica affronterà in casa i campani della Viribus Unitis.

Ai rossoblù sono toccati tre derby di fila nelle prime tre giornate; la neo promossa Castiglione, poi la trasferta a Vittoria alla seconda ed il derby con gli aretusei alla terza. La quarta giornata, il 21 settembre è previsto il turno di riposo per il Modica che affronta nell’ultima domenica di questo mese la prima trasferta campana a Torre Annunziata contro il Savoia. La partita contro il Messina è fissata alla 12 giornata, nove novembre, al polisportivo della Caitina.


COPPA ITALIA - RITORNO
MODICA ? VITTORIA 1 ? 0

Marcatore: Filicetti (12’ su rigore)

MODICA: Polessi 7, Manzano 6, Sella 6 (45’st Dell’Arte sv), Pellegrino 6, Montalto 6, Vindigni 5, Implatani 6, Spadaro 6 (D’Agosta 16’st sv), Genova 7 (Conato 36’st sv), Filicetti 8, Spitale 7. Allenatore: Vaccaro.

VITTORIA: Trombino 7, Guastella 6 (26’st Volpini), Tasca 6 (23’st Amato 5), Savasta 6, Fichera 7, Comandatore 6, Patti 6, Ciaramidaro 6, Messina 7, Baratto 6 (24’st Marchese), Incardona 7. Allenatore: Carbonaro.

Arbitro: Falzone di Palermo. Assistenti: Santoro di Catania e Digo di Acireale.

Corner: 6 per parte.

Ammoniti: Montalto, Pellegrino e Vindigni (Modica).
Savasta, Comandatore, Guastella e Baratto (Vittoria).

Espulsi: Savasta del Vittoria per doppia ammonizione.

Recupero: 2 + 5.

Note: giornata assolata con leggera brezza. Pochissimi i sostenitori del Vittoria presenti.


MODICA ? Il gol segnato da Filicetti su rigore non basta al Modica che, reduce dal 2 ? 0 dell’andata in favore del Vittoria, cede il passo ai biancorossi, salutando la Coppa Italia. I rossoblu abbandonano anzitempo questa avventura in modo dignitoso, avendo mostrato un bel gioco nel secondo tempo. La prima frazione di gioco è invece da dimenticare, soprattutto per il Modica: troppi passaggi sbagliati, poca concentrazione, scarso feeling in campo. Anche il Vittoria non è stato da meno, mostrando però una maggiore solidità in difesa e osando di più in attacco, dove si sono confermati piuttosto pericolosi Fichera, Inacardona, Messina e Baratto.

L’allenatore rossoblu Vaccaro ha pagato lo scotto delle assenze pesanti, dovendo giocoforza fare a meno di Versace, Favata e Calabrese per infortuni vari. Non è stato possibile schierare in campo il neo acquisto Peppe Rosa perché già utilizzato in Coppa Italia dalla sua ex squadra, il Trapani. Vaccaro si è letteralmente dovuto inventare un formazione d’emergenza che non sfigurasse contro un Vittoria sicuramente più in palla. Alla fine il risultato ha premiato i rossoblu, anche se si è trattato della classica vittoria di Pirro. Il primo tempo è scorso via in una noia mortale.

Pochissime le azioni degne di nota. Solo una volta il Modica ha impegnato Trombino, mentre il Vittoria ha confezionato un paio di nitide occasioni da gol. Il secondo tempo sembrava avviarsi sugli stessi binari, quando al decimo minuto il Modica ha improvvisamente ingranato la quinta, assediando la porta di Trombino. Su assist di Filicetti, Montalto colpisce di testa la palla, deviata involontariamente con una mano da Baratto. Il direttore di gara assegna il rigore e dal dischetto Filicetti non sbaglia, sbloccando il risultato e imprimendo alla partita una corroborante accelerazione che si protrarrà fino alla fine. Una manciata di minuti dopo è Spitale, su cross dell’onnipresente Filicetti, a tirare in rete. Trombino guizza e para. Poi un episodio dubbio. Su tiro ancora di Spitale il portiere si accartoccia in extremis sul pallone che, secondo i giocatori del Modica, superato del tutto la linea di porta. Non dello stesso avviso l’arbitro, che invita Trombino alla rimessa dal fondo.

I rossoblu si scatenano con azioni veloci e passaggi in profondità, costringendo alla difesa il Vittoria che morde per un’ultima volta al 42’ con una insidiosa punizione di Volpini che Polessi para con uno scatto di reni. Negli spogliatoi entrambi gli allenatori si dichiarano soddisfatti. «Non facciamo drammi per l’addio alla Coppa Italia ? dice Vaccaro ? perché siamo una squadra giovane, che ha bisogno di rodare per far bene in campionato. Ho visto una discreta intesa tra Filicetti e Implatani». «Il Modica ha giocato meglio di noi nel secondo tempo ? afferma Carbonaro ? e quindi il risultato è giusto, così come è altrettanto giusto il passaggio dei miei al prossimo turno di Coppa».

(Foto di Maurizio Melia)