Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 882
MODICA - 08/04/2016
Sport - Calcio, Eccellenza: si gioca la penultima di campionato, verdetti ancora in bilico

Modica alla chiamata finale a Rosolini. E´ derby salvezza

Solo una vittoria può tenere in vita le flebili speranze dei rossoblù di accedere ai play out Foto Corrierediragusa.it

Ultimissima chiamata. Il derby che si gioca al «Consales» può risultare decisivo per il futuro del Modica. Un epilogo ormai segnato a meno di miracoli. Perché il Modica deve vincere contro i granata dell’ex Implatini, deve bissare il successo nell’ultima di campionato in casa contro l’Atletico Catania e sperare che nel frattempo il Rosolini perda ancora in modo da ridurre a nove al massimo i punti di distacco. Questa distanza, infatti consentirebbe di disputare il turno dei play out. Impresa difficilissima anche perché il Modica ha vinto solo tre partite fuori casa su 28 e pareggiate due , ed è in serie negativa da settimana. Di fronte ci sarà inoltre una squadra motivata, che sa di potere raggiungere la salvezza matematica anche solo pareggiando.

All’andata i rosolinesi dell’ex Trombadore vinsero a mani basse al «Caitina» e contano di ripetersi perché il Modica che avranno di fronte è una squadra ormai ai minimi termini sia in fatto di uomini sia in fatto di motivazioni. «Lotteremo fino alla fine e fino a quando la matematica non ci darà torto» dice il ds Franco Pluchino, ma Rosolini rischia di segnare il ritorno del Modica in Promozione dopo venti anni. Ma soprattutto di consegnare una società in macerie e un patrimonio tecnico inesistente.