Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 989
MODICA - 23/02/2016
Sport - Calcio, Eccellenza: il successo su Fc. Messina riporta la speranza nel clan rossoblù

Il Modica si gioca la salvezza nelle prossime 7 partite. Si comincia domenica con Orlandina

Fiducioso il tecnico Angelo De Santis anche se dovrà fare i conti con una rosa ridotta all’osso Foto Corrierediragusa.it

La quarta vittoria della stagione rincuora il Modica ma non migliora la classifica. I punti di distacco dal Viagrande restano 12 e il Modica deve almeno portarli a 9 per avere il diritto a disputare i play out. E’ ormai questo l’obiettivo primario dei rossoblù nelle sete gare che restano da disputare. Non dipende solo dal Modica dunque ma anche da Viagrande e anche Rosolini che devono in qualche modo rallentare. Dice Angelo De Santis: «Contro Fc Messina era importante vince e l’abbiamo fatto. Abbiamo sofferto perché dovevamo chiudere la partita prima ma va bene così. Tutte le partite che ci restano le giocheremo per fare risultato sperando di salvarci. Non dobbiamo fare calcoli ma solo pensare a giocare e portare punti a casa. Alla fine tireremo i conti».

La prima delle tre partite che possono già decidere le sorti del Modica è andata così in archivio in modo positivo. Domenica c’è da affrontare la trasferta sul campo della derelitta Orlandina che all’andata riuscì a vincere al «Caitina». Vittoria d’obbligo anche perché il Viagrande è atteso dallo scontro con il Rosolini. Qualsiasi risultato che maturi al «Consales» va bene al Modica a patto che i rossoblù riescano a cogliere la seconda vittoria in trasferta dell’anno dopo quella con Fc. Messina. De Santis dovrà fare i conti con la squalifica di Fiore, espulso domenica, che priverà il reparto difensivo del suo uomo migliore e di Elamraoui che ha accusato ancora una volta uno stiramento in corso di gara ed è dovuto uscire anzitempo. Il ds Franco Pluchino spera di chiudere un accordo con in centrocampista in corso di settimana perché la rosa rossoblù è ormai ridotta all’osso.

E’ successo domenica:
Modica-Fc. Messina:2-1

Marcatori: 20’ pt Ellmaroaoui su rigore, 11’st Buscema, 25’st K. Valerio
Modica: Di Martino 6, Marchese 6, Gennaro 6 (40’pt Elhassaoui M 5), R. Valerio 7, Guarino 6, Fiore 6,A. Elhassaoui 6 (8’st Vaccaro 5), Occhipinti 5, Pellegrin 5, Elamraoui 6 (1’st Corso 5), K. Valerio 6

Fc Messina: Fazio 6, Mansella 5, Alibrandi 5, Longo 6 (25’st D’Urso 5), Mandanici 6, Brocico 6, Buscema 6, D’Angelo 6, Brigandì 6, Platania 5 £8’st Affè sv), Adelfio 5 (1’st Mamone 5.

Arbitro Frank Nana di Aprilia 6
Note: espulsi Fiore 6’st, Mandanici 37’ st. Angoli 3-2 per il Modica. Recupero 2’pt, 5’st


Il Modica strappa con i denti la vittoria e continua a sperare nei play out. Era dal 22 novembre che i rossoblù non vincevano e per i rossoblù è veramente un gran sollievo. Dopo un primo tempo sonnacchioso e privo di occasioni, a parte il gol del vantaggio, la partita si è accesa nella seconda frazione grazie a due espulsioni, altri due gol ed almeno quattro occasioni chiare da rete, due per parte. Alla fine hanno prevalso i padroni di casa davanti ad un pubblico striminzito. La gara ha dimostrato, se ce ne era il bisogno, tutte le difficoltà delle due squadre in termini tecnici e di organico così come la loro classifica evidenzia. Ha vinto il Modica per una maggiore volontà e convinzione ma i rossoblù hanno rischiato di mandare alle ortiche il successo per banali e macroscopici errori. Buon per i padroni di casa che Fc Messina abbia fallito un paio di occasioni nel finale, di cui una clamorosa con Brigandì. Il Modica ha messo sul piatto almeno un paio di buone individualità, tra cui Ronny Valerio, che è stato leader e trascinatore della squadra. Di Martino si è dimostrato sicuro tra i pali e Elaamraoui, finchè è stato in campo, ha seminato il panico nella difesa avversaria. Proprio il fantasista rossoblù al 13’ ci prova con un destro che impegna Fazio a terra. E’ sempre Elmaraoui a procurarsi il rigore che ha dato il vantaggio ai rossoblù. Il giocatore entra in area ma Broccio lo aggancia in modo ingenuo. L’esecuzione è esemplare ed il Modica va in vantaggio. Fc Messina non si vede dalle parti di Di Martino.

Nella ripresa la partita cambia. Al 6’ Fiore buca una facile palla ed è costretto al fallo da ultimo uomo. Il centrale viene espulso e la punizione susseguente mette D’’Angelo in condizione di tirare ma Di martino esce bene. All’11’ contropiede ospite con Buscema che dalla sinistra tenta il pallonetto sul portiere in uscita e pareggia le sorti dell’incontro. Con la superiorità numerica i peloritani si fanno più intraprendenti ma al 25’ subiscono ancora gol con Kevin Valerio che ferma un rinvio al limite dell’area e lascia partire un tiro che si insacca. Al 35’ Fc Messina vicinissimo al pari con un palo di Platania su punizione dal limite. I messinesi perdono Mandanici per proteste ed il Modica 5’ dopo ha l’occasionissima di triplicare con Corso, che da solo davanti al portiere spreca. Finisce con il Modica in evidente difficoltà di fronte alle avanzate giallorosse che sprecano la palla del pari con Brigandì aa pochi metri dalla linea di porta.

I risultati della ottava giornata di ritorno (21 feb. 20016):
Acireale-Rosolini:1-0
Catania-S. Pio X:1-1
Giarre-Viagrande:0-2
Milazzo-Orlandina:9-0
Modica-Fc.Messina:2-1
Palazzolo-Taormina:3-0
R. Caprileone-S.Leonzio:2-0
Troina-Igea Virtus:1-0

La classifica:
Igea Virtus 51
R. Caprileone 46
Acireale 46
S. Leonzio 44
Taormina 44
Troina 44
Palazzolo 40
Milazzo 33
S. Pio X 32
Giarre 31
Rosolini 28
Viagrande 27
Modica 15
A.Catania 12
Fc. Messina 12
Orlandina 6