Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 837
MODICA - 25/01/2016
Sport - Calcio, Eccellenza: il pari con il Viagrande ha lasciato l’amaro in bocca

Modica resta sempre lontano dai play out, 12 punti in meno

Rinforzi, allenamenti al polisportivo e vicinanza con la tifoseria organizzata rischiano di essere troppo tardivi Foto Corrierediragusa.it

Solo dieci partite da giocare e il divario si allarga. Il Modica accusa ben 12 punti di vantaggio dalla quartultima e se il campionato dovesse finire oggi sarebbe retrocesso in via diretta perchè sarebbero superati i dieci punti di distacco. La situazione resta difficilissima e rischiano di diventare vani gli sforzi messi in campo dal presidente Gianni Iacono che nelle ultime due settimane ha acquistato sette nuovi giocatori, affidato la squadra ad un nuovo tecnico avvicendando Gaetano Lucenti con Giovanni Pisano, e ritrovato una certa pace con la tifoseria locale. I primi segni di disgelo si sono visti già domenica quando sugli spalti del "Caitina" sono stati presenti alcuni ultras, i quali in settimana avevano incontrato presidente e dirigenti per un chiarimento di fondo.

Il ritorno a casa del Modica anche per gli allenamenti è un altro segnale positivo da parte della società dopo mesi di tentennamenti e incomprensioni con l´amministrazione ma ormai tutto sembra essere stato chiarito. Il problema è che tutto potrebbe essere vano perchè il tempo stringe e la classifica del Modica piange. L´obiettivo di Pisano è di accorciare le 12 lunghezze di svantaggio dalla quartultima per assicurarsi almeno la disputa dei play out. Impresa non facile e le prossime due partite fanno venire i brividi perchè il Modica deve fare visita domenica alla Sicula Leonzio e poi ospitare la capolista Igea Virtus. Due impegni proibitivi che potrebbero complicare ancora di più la già precaria classifica. Pisano ha detto di crederci e lavorerà per questo, i conti si potranno tirare solo alla fine.

E´ successo domenica:
Modica-Sporting Viagrande 0-0

Modica: Di Martino 6, Marchese 6 ( 48’ st Vaccaro sv.), Kevin Valerio 6, A. Hamaoussy 6, Masiello 6, Liga 6, Occhipinti 5, M. Hamaoussy 6, Pagano 5 (41’ st Guarino sv.), R. Valerio 6, Masucci 5 (8’ st Pellegrin 6). All. Giovanni Pisano

Sporting Viagrande: Caruso 6, Grasso 6, Regalino 6, Tomarchio 6, Amore 6, Tornatore 5, Borzì 5 (24’ st Grazioso 5), Santangelo sv (1’ pt Lopez 5), Costa 6, Scapellato 5, Spina 5. All. Vittorio Iemma

Arbitro: Iannello di Messina 6
Note: Ammoniti M. Hamoussy, Pagano, R. Valerio, Tomarchio, Costa e Platania (dalla panchina). Espulso A. Hamaoussy per doppia ammonizione. Angoli 1 – 3. Recupero 2’ pt, 4’ st.


Il Modica formato Pisano non ce la fa. Secondo pari di fila per il neo allenatore rossoblù che aveva esordito domenica scorsa a Giarre. Davanti al pubblico amico, sugli spalti del "Caitina" si è rivisto per la prima volta i stagione un manipolo di ultras, il Modica ha cercato di fare del suo meglio ma ha concluso poco o nulla. Scarse le occasioni da rete ma dall´altra parte gli etnei non hanno fatto di meglio, anzi. Una partita dunque senza reti è stata la naturale conclusione ma il risultato va bene soprattutto agli ospiti che mantengono ben 12 lunghezze di vantaggio sul Modica, che ad oggi sarebbe condannato alla retrocessione diretta. Il Modica ha cercato di spingere subito sul´acceleratore ed ha creato qualche pericolo nel primo tempo ma il portiere ospite Caruso non si è fatto sorprendere. Nel secondo tempo Pisano ha chiesto uno sforzo in più ma dopo appena 14´ i rossoblù sono rimasti in dieci per l´affrettata espulsione di Atef AHamaoussy, che ha rimediato un cartellino giallo per la seconda ammonizione e quindi l´espulsione.

La partita si è così incanalata verso ritmi bassi che ha favorito gli ospiti che non hanno poi corso pericoli di sorta. Nel Modica esordio di Masucci che al 7´ crossa per A. Hamaoussy che stacca di testa ma colpisce male da pochi passi. Rispondono al 11’ gli ospiti con Scapellato che lancia profondo Borzì che si presenta solo davanti a Di Martino bravo a chiudere lo specchio di porta in uscita. Al 13’ ci prova R. Valerio dai venti metri, Caruso è attento e respinge a pugni chiusi. Al 21’ doppio pericolo creato dagli ospiti che si fanno pericolosi con un tiro di Scapellato che attraversa lo specchio della porta, sul proseguo dell’azione Costa scarica per l’accorrente Tomarchio che dal limite sfiora la traversa. Si va così al riposo a reti inviolate. Nella ripresa il Modica cerca di pressare ma al 14’ Atef Hamaoussy viene espulso. La gara scade di tono e l’unico pericolo arriva al 40’ con un tiro di Scapellato che deviato da un difensore cambia traiettoria e Di Martino mette in angolo con l’aiuto del palo.

I risultati della quarta giornata di ritorno (24 gen. 2016):
Acireale-S.Pio X :2-0
Atl. Catania-Giarre:1-2
Milazzo-S. Leonzio:2-1
Modica-Viagrande:0-0
Orlandina-Rosolini:0-4
Palazzolo-Igea Virtus:1-2
Taormina-Fc:Messina:1-1
Troina-Caprileone:2-2

La classifica:
Igea Virtus 42
R. Caprileone 40
S. Leonzio 37
Acireale 37
Taormina 35
Troina 34
Palazzolo 30
Giarre 27
Milazzo 27
Rosolini 24
S. Pio X 24
Viagrande 22
Modica 12
Fc. Messina 12
A. Catania 10
Orlandina 6