Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 937
MODICA - 24/09/2015
Sport - Scherma: spada, fioretto, paralimpica e sciabola avranno un’unica sede di allenamento

Modica per un mese la casa delle nazionali di scherma

Da domenica al 24 ottobre si alterneranno gli allenamenti al PalaRizza e al palascherma. Previsti anche convegni Foto Corrierediragusa.it

La scherma italiana si "ritira" a Modica. Un mese di stage per le per i campioni delle varie specialità per il collegiale di inizio stagione. Da domenica al 24 ottobre il PalaRizza e il Palascherma ospiteranno gli allenamenti e tutte le attività delle nazionali e dei tecnici. E´ un evento unico, voluto e promosso dal presidente della Fis, Giorgio Scarso e dai suoi più stretti collaboratori che hanno così colto al volo la possibilità offerta da quella che è una delle City partner della federazione. Per la prima volta le Nazionali di spada, fioretto, paralimpica e sciabola avranno così un´unica sede di allenamento, sebbene in settimane separate, ma soprattutto nessuna spesa graverà sul bilancio federale. Sarà infatti il tessuto socio economico del città e di tutto il territorio, dagli enti locali ad alcune società private, a sostenere i costi di un intero mese. durante il quale la scherma italiana sarà "di casa" nella città della Contea.

La presentazione dell´evento si è tenuta nella sala consiliare di Palazzo s. Domenico alla presenza, tra gli altri, del presidente federale Giorgio Scarso e del presidente della Scherma Modica, Maria Monisteri (nella foto). "La Federazione Italiana Scherma - ha detto il maestro Scarso - non può che esprimere gratitudine a Modica per aver ideato un´iniziativa del genere che segna l´inizio di una nuova era nei rapporti tra lo sport nazionale ed il territorio. In un periodo economicamente difficile, poter programmare dei ritiri collegiali senza con questo intaccare le casse federali, rappresenta un vero e proprio toccasana. Ma è assai interessante notare come, da parte del territorio locale, ospitare le Nazionali azzurre di scherma significhi investire in termini di indotto ma anche di marketing territoriale. Attraverso la scherma, infatti, Modica punta a veicolare in tutta Italia il proprio nome, ricevendone benefici nel medio-lungo periodo. Lo sport - ha concluso Scarso - ha quindi un valore anche economico che imprenditori ed enti locali iniziano ad intuire ed a puntare su di esso".

Il "mese di scherma" inizierà domenica con l´inizio del ritiro collegiale della Nazionale di spada, che si protrarrà sino al 4 ottobre, quando in Sicilia arriverà la Nazionale di fioretto. Giorno 11 ottobre, mentre fiorettisti e fiorettiste torneranno nelle proprie città in vista dell´esordio in Coppa del Mondo, a Modica giungerà la Nazionale di scherma paralimpica che "cederà il posto" alla Nazionale di sciabola dal 18 sino al 24 ottobre. Agli allenamenti delle varie Nazionali azzurre, si uniranno anche alcuni atleti provenienti dai Paesi del bacino del Mediterraneo, quali Egitto, Algeria, Tunisia, Marocco, Grecia ed anche alcuni atleti brasiliani ed argentini.

Inoltre, sono stati convocati a prendere parte ai ritiri, anche i primi due atleti siciliani nei ranking nazionali under2 0 di ogni singola arma. Il "mese di scherma" in Sicilia vedrà anche alcune iniziative a margine. Giorno 11 ottobre si svolgerà infatti un WorkShop su "Sport ed Economia" che vedrà coinvolti i rappresentanti dei partner federali e degli sponsor locali. Giorno 14 ottobre, invece, si svolgerà un convegno su "Sport, disabilità e paralimpismo" che coinvolgerà la Nazionale italiana paralimpica, alcuni istituti scolastici della città e vedrà la presenza del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.