Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 725
MODICA - 12/09/2015
Sport - Calcio, Eccellenza: accordo raggiunto con il gestore della struttura sportiva comisana

Il Modica gioca a Comiso, la "prima" contro il Troina

Inagibile e in condizioni degradate il Polisportivo della Caitina dopo lunghi mesi di disinteresse e mancati interventi Foto Corrierediragusa.it

Il Modica riparte da Comiso, che è diventato il campo sportivo sul quale disputerà tutte le gare di campionato. I rossoblù (ma manterrano ancora i colori sociali tradizionali?) cominciano contro il neo promosso Troina di Peppe Pagana. Si tratta di una squadra giovane, ben costruita, che vuole far bene in un campionato del tutto nuovo per la squadra etnea. Da parte sua Gaetano Lucenti è ancora alle prese con problemi di formazione perchè gli mancano almeno un uomo per reparto e dovrà arrangiarsi. Il tecnico ha tratto fiducia dalla gara di Coppa contro il Rosolini, nonostante l´eliminazione, ed afffida la cabina di regia a Elmaroui che finora si è dimostrato il più positivo. In avanti coppia formata da Costa e Corso, il perno difensivo è Priola che rientra dopo la squalifica. Squadra tutta da vedere alla prova campionato ma sicuramente ancora con tante incognite e vuoti da coprire.

Il Modica gioca a Comiso

Il Modica giocherà al "Comunale" di Comiso. E´ questo l´accordo raggiunto dalla dirigenza acatese che ha rilevato la società rossoblù con la Fair Play, la società che gestisce la strutture sportiva comisana. Tutte le gare del campionato di Eccellenza saranno dunque disputate sul terreno di gioco comisano e per l´ufficialità si attende solo la firma del sindaco Filippo Spataro che deve formalmente autorizzare la squadra a giocare al "Comunale". La struttura è pienamente agibile ed in buone condizioni per cui i dirigenti acatesi non hanno avuto dubbi dopo gli inconcludenti colloqui avuti a palazzo S. Domenico con gli amministratori modicani. Il Polisportivo della "Caitina" infatti si presenta oggi in condizioni di totale abbandono (nella foto). Sterpaglie a bordo campo, terreno di gioco polveroso, tribune dimesse. Per non parlare dei requisiti di agibilità, come bagni e messa in sicurezza delle tribune per i quali non sono bastati oltre 15 mesi di tempo. Una situazione insostenibile per la nuova dirigenza che, nonostante la buona volontà di restare a Modica, ha dovuto prendere atto che non c´era una volontà per rimettere le cose a posto.

Il Modica dunque continuerà ad esistere solo nella ragione sociale perchè nella sostanza ha una dirigenza tutta di Acate con il presidente Giovanni Iacono e il suo vice Aldo Occhipinti, non ha un giocatore modicano di origine tra le sue fila, non ha tifosi rossoblù al seguito, non ha un campo sportivo in città. Basta e avanza per metterci una pietra sopra.