Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 682
MODICA - 10/07/2015
Sport - Calcio, Eccellenza: ore decisive per il futuro della società, difficile la trattativa con A. Gela

Nuova società e Promozione, il "nuovo" Modica è già in cantiere

L’amministrazione si sta facendo promotrice di un progetto che vede alcuni imprenditori e sportivi disponibili a iniziare da zero e chiudere con il recente passato Foto Corrierediragusa.it

L´amministrazione comunale non ha alcuna intenzione di salvare il Modica Calcio 1932. Sta invece muovendo le pedine per la costituzione di una nuova società che possa affiliarsi alla Figc conservando il nome della città e chiedendo l´ammissione al campionato di Promozione o in alternativa di Prima Categoria. Una riunione con alcuni imprenditori e sportivi è stata già fissata per martedì 21 a palazzo s. Domenico per capire come muoversi anche se la strada è stata ormai tracciata.

Il "nuovo Modica", tra l´altro, giocherebbe al "Vincenzo Barone" abbandonando il polisportivo della Caitina, ridotto ormai ai minimi termini, senza agibilità e senza servizi adeguati. La conferma del progetto viene dallo stesso sindaco che ha fatto da tramite tra gli sportivi e alcuni imprenditori che hanno dimostrato interesse a patto di non accollarsi debiti e gravami vari delle precedenti gestioni. Se gli attuali dirigenti del Modica Calcio 1932, Pietro Bellia e Sebastiano Failla, dovessero nel frattempo cedere il titolo sportivo (si è parlato dell´Atletico Gela ma la cosa appare molto difficile) si potrebbero così avere due "Modica" seppur in campionati diversi.

E´ molto verosimile invece che Bellia, dopo essere stato abbandonato a se stesso, sia costretto a portare i libri contabili alla Agenzia delle Entrate con il relativo fallimento della società. Da qui ripartirebbe il progetto cullato dall´amministrazione che intende, essa stessa, chiudere con una esperienza che ritiene fallimentare. Questi dunque gli scenari che si aprono a due settimane dalla scadenza del termine delle iscrizioni ai campionati. Si gioca una partita a scacchi dove ognuno attende le mosse dell´altro ma è chiaro ormai che il Modica nato dalle ceneri della Libertas Acate ha le ore contate.