Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1204
MODICA - 22/03/2015
Sport - Tennis Tavolo: con due turni di anticipo rispetto alla fine del campionato

Pgs Or.Sa. Modica vince con Scicli ed è promosso in C2

In 12 giornate, fin qui disputate, sono state ottenute 11 vittorie e una sola sconfitta Foto Corrierediragusa.it

Un pomeriggio di festa per il Pgs Orsa Modica. La squadra modicana (nella foto) ha infatti superato lo Scicli sport «B» con il risultato di 5-2 nella quinta giornata di ritorno del Campionato di serie D1 e con due turni di anticipo rispetto alla fine del campionato si sono conquistati il pass per la serie C2.

Era dal 2008 che la Pgs non militava nel campionato di C2. Artefici di questa impresa i fratelli Modica, Ausilia e Cristian, e Stefano Agosta che hanno dato battaglia a 7 Squadre delle provincie di Ragusa e Siracusa. In 12 giornate, fin qui disputate, sono state ottenute 11 vittorie e una sola sconfitta, rimediata nella scorsa domenica contro il Città di Siracusa «A». Sabato tutto è andato secondo le aspettative con una grande partecipazione di pubblico e i risultati non sono tardati ad arrivare. In svantaggio per 2 a 0, lo Scicli ha accorciato le distanze portandosi sul 2-1 con Massimo Schembari, ma i fratelli Modica hanno messo a segno altri due colpi allungando 4 a 1, altro match vinto dallo Scicli e chiude i conti la Pgs con il definitivo 5-2. In rilievo la partita giocata da Ausilia Modica contro Ministeri, all’andata finì con la vittoria di quest’ultimo che poco ha potuto fare, in questa occasione, contro gli attacchi incessanti della pongista modicana che ha messo al sicuro il suo risultato con un secco 3-1 (11-9/5-11/11-7/11-6).

Dedica della vittoria alla lotta contro il Muos, «perché lo sport- afferma il tecnico Modica- non può fare silenzio contro le ingiustizie che accadono attorno a noi, lo sport è vita e deve urlare ciò che va contro di essa».