Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 756
MODICA - 12/02/2015
Sport - Volley, serie C: domenica alle 18 il match con le casmenee in crisi di risultati

Pro Volley Team favorito nel derby con Ardens Comiso

Le modicane hanno riposato nella prima giornata di ritorno, le comisane hanno vinto al tie break contro la Juvenilia Catania Foto Corrierediragusa.it

Pro Volley Team e Ardens Comiso si sfidano domenica (ore 18) al PalaRizza per la seconda giornata di ritorno del campionato di serie C. Il Pvt ha riposato nella prima giornata e nel frattempo ha rimediato l´eliminazione dalla Coppa Sicilia. Le comisane hanno conquistato la vittoria, seppur al tie-break, con la Juvenilia Catania dopo avere inanellato ben cinque sconfitte consecutive.

Il Pvt è stato scavalcato in classifica dal Volley Etneo ma le catanesi hanno disputato una partita in più. Il Pvt si presenta favorito nel derby con l´Ardens per le qualità tecniche e per l´esperienza delle sue atlete, anche se Ennio Cutrona non potrà schierare La Rocca (nella foto). Per il resto il gruppo ha lavorato in modo intenso nella settimana di pausa per affrontare al meglio le restanti gare di campionato. L´obiettivo del Pvt è quello di conquistare il primo posto nel girone e poi giocarsi la promozione con le prime degli altri due gironi siciliani. Un percorso lungo che si concluderà solo a maggio ma che non può prescindere dal mantenimento del primo posto.

Dall´altra parte l´Ardens sta cercando di ricomporsi e il successo di domenica scorso può servire per il morale. Sul parquet del PalaRizza il pronostico è chiuso ma coach Reccavallo conta sull´orgoglio delle sue atlete. Il sestetto comisano ha subito nella seconda parte del girone di andata una involuzione di gioco ed ha pagato i tanti infortuni. Per fortuna i play out sono, ancora, addebita distanza,ma bisogna rimettersi a correre.