Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 915
MODICA - 07/12/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: la società pronta a prendere provvedimenti nei confronti dei giocatori

Il presidente Bellia chiede scusa ai tifosi. Campanella: "Bravo Vittoria"

Dice ildirigente rossoblù: "Ci scusiamo quindi per le dimensioni del risultato, tra i più larghi mai subiti dai rossoblù nella loro storia, e per l’amarezza lasciata in bocca ai numerosi ultras che sono venuti fino a Vittoria" Foto Corrierediragusa.it

La batosta del derby induce subito la dirigenza a scusarsi con tifoseria, sportivi e tutta la città. La debacle è giunta inattesa non solo nella dimensioni del risultato ma soprattutto per il modo in cui è maturata tanto da indurre il presidente Pietro Bellia (nella foto) e tutti i suoi collaboratori a prendere una posizione netta di distanza dalla prestazione della squadra senza se e senza ma. "La sconfitta è incommentabile -si legge nel comunicato della società- Avremmo voluto festeggiare l´anniversario della rinascita rossoblù in maniera diversa, con un risultato positivo sul difficile campo del Vittoria ma così non è stato.

Rimaniamo amareggiati per la prestazione della squadra che aldilà di qualche individualità è apparsa remissiva ed ha affrontato l´importante gara con un approccio troppo molle e con un atteggiamento a cui si dovrà immediatamente porre rimedio nel corso dei prossimi giorni.

Ci scusiamo quindi per le dimensioni del risultato, tra i più larghi mai subiti dai rossoblù nella loro storia, e per l´amarezza lasciata in bocca ai numerosi ultras che sono venuti fino a Vittoria a sostenere la squadra e mai, neanche sul 4-0, hanno ammainato le bandiere della nostra amata compagine. Ci impegneremo già dalle prossime ore sul mercato per concludere alcune trattative già in atto con importanti calciatori al fine di rinforzare la squadra e raggiungere senza difficoltà l´obiettivo stagionale della salvezza che resta, nonostante oggi, ampiamente alla portata del Modica.

Questa partita chiude un ciclo apertosi il 7 Dicembre dell´anno scorso. Il nuovo ciclo vedrà tutto il Modica, dalla proprietà all´ultimo dei collaboratori, ancora maggiormente impegnati verso l´obiettivo di garantire alla Città ed alla squadra il livello che il suo blasone impone".

SPOGLIATOI VITTORIA
di Andrea La Lota


Una vittoria così schiacciante era ciò che serviva a Giovanni Campanella per smaltire parte della propria delusione. Gli addii di alcuni giocatori in particolare hanno fatto male al tecnico etneo, ma d’ora in poi ciò che conta è ricominciare con la stessa voglia e grinta di prima. "Cerchiamo di archiviare – dice – al più presto gli ultimi giorni vissuti. Oltre il risultato di oggi, c’è una squadra che mi è piaciuta molto in quanto a spirito e cuore. Anche chi è arrivato da poco, come ad esempio Manuello, non ha trovato difficoltà ad inserirsi, per non parlare poi di ragazzi come Iapichino, Di Rosa, Patti, Giudice a dire il vero poco utilizzati precedentemente. Nonostante le necessità tutti hanno risposto benissimo. Non posso che fare i complimenti ai miei ragazzi. D’ora in poi obiettivi al ribasso o voglia di continuare a lottare per i playoff? Vogliamo sostituire chi è andato via. La linea è questa. Ci stiamo muovendo fortemente per un portiere, due attaccanti e due juniores. Ma la priorità rimane quella di trattenere Fichera e Di Mauro in tutti i modi. Adesso riposiamo un turno; ci sarà tempo a disposizione per studiare varie situazioni".

Il capitano del Vittoria Massimo Nobile dice la sua in merito alle partenze: "Non giudico le scelte – afferma il giocatore – sicuramente sono state le modalità a lasciarmi un po’ perplesso. Dato il problema economico, sarebbe stato più opportuno parlarne tutti insieme prima di arrivare a decisioni così drastiche. Per quanto riguarda l’aspetto dei pagamenti, vedo dei sacrifici da parte della società, considerando, tra l’altro, i tempi difficili".