Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:36 - Lettori online 1291
MODICA - 30/06/2008
Sport - Calcio - A metà settimana la firma del neo allenatore

Ecco il nuovo Modica
di Corrado Vaccaro

Servono ora un attaccante, un centrocampista ed un difensore Foto Corrierediragusa.it

«L’accordo è fatto, ci sono da definire gli ultimi dettagli. Corrado Vaccaro (nella foto) sarà presentato ufficialmente a metà settimana». Riccardo Radenza ha già messo a punto i passaggi che porteranno l’ex tecnico del Rosolini in rossoblù. Il presidente incontra i giocatori martedì nella sede sociale e poi successivamente l’allenatore.

« Voglio essere sicuro ? dice Radenza- che non ci siano remore da parte di nessuno. I giocatori mi hanno detto di volere continuare anche con Vaccaro e l’allenatore si è detto felice di allenarli». Vaccaro ha già fissato insieme al presidente ed al ds Luigi Galazzo il programma di inizio stagione. Entro i primi dieci giorni di luglio sarà definita la campagna acuisti e cessioni; poi le convocazioni per il ritiro che si terrà presso il centro sportivo di Palazzelle dalla terza settimana di luglio.

Vaccaro vuole infatti un mese a disposizione prima dell’inizio della stagione ufficiale che vedrà il Modica impegnato in coppa Italia. Sul fronte cessioni il Modica ha deciso di non avvalersi delle prestazioni di Pierotti che ritorna in Toscana e di Gay che andrà insieme a Felice Melchionna al Budoni; tutto il resto della rosa è confermato nonostante le insistenti richieste del Palazzolo per Filicetti e Calabrese.

I due resteranno insieme a Polessi, Chiavaro e Montalto. Vaccaro punta su questa ossatura per costruire il Modica edizione 2008-2009. Unico incerto della vecchia guardia è Nanà Gulino che ha richieste da Licata e Palazzolo ma vorrebbe restare in rossoblù; da definire anche i contratti con i due calabresi Sinicropi e Crucitti. Sul fronte acquisti Vaccaro ha già sondato il mercato e punta senza mezzi termini sul fantasista Implatini, l’anno scorso al Rosolini,con alcuni anni di militanza nello Scicli.

Il posto di Pierotti al centro dell’attacco rossoblù dovrebbe essere invece preso da Rosa che ha dato la sua disponibilità a vestire il rossoblù. L’unico problema potrebbe essere di natura finanziaria visto che il giocatore viaggia su cifre da C2. Il presidente Radenza ed il ds Galazzo vogliono puntare comunque su una squadra che sia facile da gestire sotto tutti i punti di vista a cominciare da quello finanziario; non ci saranno ingaggi particolarmente alti e questi saranno legati al rendimento.

Radenza non vuole superare la soglia dei 700mila euro di gestione per la disputa della D anche perché sa di non poter contare su altre risorse se non l’impegno personale e gli introiti di incassi e pubblicità. Troppo poco per sperare in una squadra che punti in alto per cui il Modica punterà sulla valorizzazione dei giovani locali grazie ad un accordo con l’Airone e quelli già a sua disposizione.


L´INTERVISTA A CORRADO VACCARO

« Onorato di allenare il Modica. E’ una vetrina di prestigio e per la prima volta mi cimenterò in prima persona in un campionato importante come la serie D». Corrado Vaccaro, ex portiere di Acireale e Ragusa, l’anno scorso al Rosolini in Eccellenza, è pronto ad iniziare la sua avventura sulla panchina del Modica , quale successore di Felice Melchionna.

Il presidente Riccardo Radenza ha voluto dare una svolta dopo due anni positivi con Melchionna in panchina ed ha puntato su un allenatore capce di lavorare e valorizzare i giovani. Oltre all’allenatore cambia anche il ds; non sarà più Alessandro Cicchetti, ma piuttosto Luigi Galazzo.

« Non abbiamo ancora firmato il contratto ? dice il tecnico rosolinese ? ma ci siamo stretti la mano con il presidente; per me è la cosa più importante». In settimana tuttavia Radenza e Vaccaro si incontreranno per definire il programma della preparazione e la campagna acquisti. « Voglio cominciare attorno alla terza settimana di luglio ?dice il tecnico rossoblu- Avremo così un mese di tempo per prepararci alla Coppa Italia. Non ho ancora deciso chi sarà il mio secondo ed il preparatore, ho qualche idea ma mi devo confrontare con il presidente».

Che Modica sarà quello di Vaccaro ?

« Una squadra che gioca al calcio, che cerca la profondità, che impone il suo gioco. Il modulo dipenderà dai giocatori che avrò a disposizione. Sono i giocatori che fanno il modulo e non viceversa».

Quali i giocatori rossoblu alle dipendenze di Vaccaro ?

"Innanzitutto i più esperti. Conosco bene Filicetti, Calabrese, Chiavaro, Montalto, Polessi e puntiamo alla loro riconferma anche perché hanno dato la loro disponibilità. Poi serve un attaccante con buone capacità realizzative visto che Pierotti è andato via. Cerchiamo quattro giovani oltre a quelli già a disposizione che possano rimpolpare la rosa. Bisognerà poi vedere cosa faranno Sinicropi e Crucitti; sono due buoni giocatori ma se andranno via devono essere sostituiti».

C’è qualche idea ?

"Una potrebbe essere Rosa come attaccante; poi c’è Implatini che ho avuto al Rosolini. Il ragazzo verrebbe di corsa al Modica; si tratta di un giocatore eclettico che può fare al caso. Niente di definito comunque; dobbiamo parlarne con il presidente».

Quali gli obiettivi?

"Dipenderà dalla società e dal budget che avremo a disposizione. Sarà un Modica all’altezza in ogni caso».