Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 656
MODICA - 16/09/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: le ultime decisioni arbitrali non hanno di certo favorito i rossoblù

Modica pronto a ripartire, dimenticare la sconfitta e riscatto con il Siracusa

Bisogna subito risolvere la questione campo per non penalizzare squadra, tifosi e sponsor Foto Corrierediragusa.it

Due gol annullati in due partite pesano. Charlie Okolie (nella foto di MAURIZIO MELIA: in azione contro l´Igea Virtus) non ha avuto molta fortuna con gli arbitri. In entrambi i casi, contro il Città di Messina e contro l´Igea Virtus, le due reti sono apparse regolari ma in tutte e due i casi la bandierina del collaboratore di linea si è alzata. Okolie, da giocatore esperto, non se la prende più di tanto e sa che girerà ma per il Modica la rete annullata di domenica è valsa almeno il punto del pari. Non è stata comunque la partita brillante disputata a Messina perchè l´avversario ha segnato per primo e si è chiuso bene. Questo dato potrebbe segnare il campionato dei rossoblù che vanno bene quando passano in vantaggio e poi difendono ma stentano ad attaccare difese arroccate.

Altro fattore è il campo di gioco. Il terreno in erba favorisce le giocate di prima dei vari Filicetti, Porto, Iozzia, Okolie, ma sulla terra battuta tutto si complica. Come si complica il recupero di Simone Iozzia uscito dal campo con una brutta distorsione e che dovrà stare a riposo per alcune settimane, Per fortuna è arrivato Damiano Buscema ma il centrocampista è ancora a corto di fiato e dovrà lavorare per recuperare la piena forma. Gianluca Filicetti vuole subito dimenticare la sconfitta e pensare al derby con il Siracusa. Tradizione favorevole peri rossoblù ma agli azzurri sono favoriti. Ancora una volta non ci saranno tifosi al seguito del Modica e sembra veramente una maledizione che non abbiano potuto seguire la squadra nelle partite di coppa e campionato.

E´ stato così con il Vittoria in casa, poi a Messina ed ancora con l´Igea Virtus. La vicenda stadio penalizza la squadra e pur apprezzando gli sforzi della società non si capisce come si sia potuto arrivare a campionato iniziato con una struttura tanto carente quanto lo era un anno fa. La società ha alzato la voce con la commissione sui pubblici spettacoli e si lamentata dell´assenza di un componente. Tutto vero ma perchè pensarci all´ultimo momento? Persa l´occasione di sfruttare l´entusiasmo suscitato dalla vittoria di Messina, il calore e la vicinanza dei tifosi e anche, non meno importante, di dare visibilità ai tanti sponsor che quest´anno si sono avvicinati al Modica Calcio.

Modica-Igea Virtus: 0-1
Marcatore: 11´pt Crifò

Modica: Limone 6,Paolino 6, Iabichella 4, Iozzia 6 (44´pt Buscema 6), Pianese 6, Cassibbba 6(15´st Ravalli 6), Sella 5, Nouky 5 (45st Valerio s.v.), Okolie 6, Filicetti 6, Porto 5.

Igea Virtus: Galipò 6, Lanza 6, Pandolfo 6, Cardia 6, Benenati 6, Frassica 7, Crifò 6, Scordino 6. Crinò 7(32´ st Serraino 5), Biondo 6 , Genove P. 40´ pt Carello 6).

Arbitro: Cutrufo di Catania 7
Note: gara disputata a porte chiuse per mancata agibilità dell´impianto. Ammmonit Iozzia, Buscema del Modica, Accorrdino e Carrello dell´Igea Virtus. Angoli 4-3, recupero 5´pt,3´st


Giornata nera per il Modica sconfitto e solo per l´assenza forzata dei propri tifosi dalle tribune del "Caitina". I rossoblù volevano dar seguito alla vittoria esterna sul Città di Messina ma non sono riusciti neanche a limitare i danni. Il Modica è partito bene, ha reagito al gol, ha creato un paio di buone occasioni ma si man mano spento grazie ad una squadra avversaria che ha chiuso bene tutti i varchi, ha fatto pressing in tutte le zone del campo e si è sempre dimostrata pronta a colpire in contropiede. Filicetti, uomo ispiratore della manovra rossoblù è stato ben limitato nel suo raggio di azione dalla gabbia costruita da Cardia e Accordino ed è stato soprattutto tenuto ben lontano dalla tre quarti avversaria dove il capitano rossoblù sa far male o con i suoi slalom o con le sue punizioni.

Il compito di offendere è così stato lasciato sulle spalle del nigeriano Okolie che ha fatto a spallate con Benenati e Frassica ma alla fine ha dovuto soccombere per lo strapotere fisico della coppia centrale igeana. L´attaccante modicano tuttavia avrebbe potuto ottenere qualcosa di più perchè un suo tiro a botta sicura ha incocciato la traversa ed un gol è stato annullato perchè ritenuto in fuorigioco. Non è rimasto molto altro al Modica alla fine dei 90´ perchè Galipò è stato chiamato in causa solo su palle alte dalla tre quarti ed ha svolto ordinaria amministrazione. Troppo poco per il Modica per pareggiare le sorti della gara anche perchè l´infortunio di Iozzia ha limitato il rendimento del centrocampo rossoblù. E´ entrato al suo posto Buscema ancora a corto di preparazione ma i risultati non sono stati dei migliori.

L´Igea Virtus è stata brava a capitalizzare il gol di Crifò e si è difesa bene piazzando anche dei contropiede niente male. Crinò, spostato sulla destra,è stato l´uomo più pericoloso con la sua velocità e le sue serpentine ed ha messo spesso in crisi lo schieramento di casa mettendo in ambasce uno spaesato Iabichella. La Spada ha infoltito il centrocampo alla fine del primo tempo per difendere meglio e ripartire e la sua tattica ha avuto gli effetti sperati. In un paio di occasioni i giallorossi ospiti hanno sfiorato il raddoppio ma hanno comunque conquistato una vittoria che non fa una grinza, pur se il Modica ha buoni motivi per recriminare per il gol annullato.

L´Igea colpisce all´11´ quando Crinò fugge sulla fascia destra e mette una palla invitante al centro. Il centrocampo del Modica non copre bene e Crifò prima stoppa e con sangue freddo trafigge Limone in uscita. Il Modica reagisce subito e potrebbe pareggiare. Okolie riceve palla al limite, si libera di Frassica e tira a botta sicura. la traversa dice no. Al 20´ triangolazione veloce Okolie-Filicetti e tiro del capitano che Galipò respinge bene in uscita. Al 30´ cross di Paolino per Porto che spizzica per Okolie che si inserisce e tira al volo. L´arbitro decreta il fuorigioco e annulla il gol. Al 444´ Crinò fugge sulla destra si libera di un paio di avversari e tira, Limone c´è. Nel secondo tempo il Modica balbetta e si vedono i giallorossi ancora con Crinò. E´ il 12´ quando l´attaccante si libera di un paio di uomini ma conclude sull´esterno d della rete. L´Igea si difende e il Modica non trova il bandolo della matassa. Igea in testa alla classifica, per il Modica è il primo stop.

Le partite della 2a giornata di andata (14 sett. 2014):
Acireale-Castelbuonese 1-0
Città di Scordia-S.Pio X 1-1
Giarre-Taormina 1-1
Milazzo-Vittoria 0-0
Misterbianco-Città di Messina 0-1
Modica-Igea Virtus 0-1
Paternò-Siracusa 1-1
Rosolini-Sporting Viagrande 1-2

La classifica:
Igea Virtus 6
Giarre 4
Milazzo 4
Acireale 4
S. Pio X 4
Scordia 4
Modica 3
Città Messina 3
Castelbuonese 3
Viagrande 3
Vittoria 2
Taormina 1
Siracusa 1
Paternò 1
Rosolini 0
Misterbianco 0