Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 965
MODICA - 26/08/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: la sconfitta interna con il Vittoria deve fare riflettere

Modica in fase di assestamento. Filicetti deve trovare ancora il giusto equilibrio

Da verificare il futuro di Maiko Candiano, che, nonostante l’esordio in rossoblù, potrebbe andare altrove Foto Corrierediragusa.it

E´ un Modica che deve ancora crescere. Ci sono tutte le condizioni per farlo e Filicetti dovrà impegnarsi per portare la squadra in condizioni ottimali alla partenza del campionato. La prima gara ufficiale della stagione ha detto che alcuni uomini, Okolie innanzitutto,devono ancora lavorare per raggiungere uno stato di forma accettabile e poi ci sono alcuni nodi tattici da sciogliere. Molto dipenderà dalla presenza o meno di Maiko Candiano (nella foto) in rossoblù. Il giocatore ha esordito in rossoblù ma la sua presenza per tutta la stagione non è per niente scontata. Il giocatore ha richieste da parte di serie D, la Leonfortese innanzitutto, anche se il Modica farà di tutto per trattenere il centrocampista.

La scelta di Filicetti di puntare su un attacco ed un centrocampo con uomini di esperienza ha penalizzato oltremodo la difesa che ha potuto contare solo su Pianese con a fianco giovani che pur dimostrandosi all´altezza hanno perso i loro uomini in occasione dei due gol. Paolino, Buscema e Iabichella sono comunque giocatori su cui si potrà fare pieno affidamento anche se un secondo centrale esperto farebbe bene alla tenuta difensiva. Due gol su palle inattive sono indicativi anche se bisogna tenere in conto che i meccanismi dei vari reparti sono ancora da oliare.

Peccato peri tifosi non avere potuto seguire i propri beniamini e toccherà alla società spingere al massimo perchè i lavori di realizzazione dei servizi al "Caitina" siano iniziati e completati. Non si potrà andare avanti ancora per molto con una situazione che non fa onore a nessuno, che evidenzia ritardi, sottovalutazioni e dimenticanze. Non ci voleva l´inizio della stagione ufficiale per ricordarsi di correre ad indire una gara che ha ora i suoi tempi e che rischia di negare ancora una volta ai tifosi l´esordio in casa in campionato ai tifosi.

E´ successo domenica:
Modica-Vittoria: 1 - 2
Marcatori: 44´pt La Vigna, 12´ st Rametta, 38´st Filicetti

Modica: Limone 6,Paolino 5, Iabichella 5 ( 10´st Ravalli 6), Iozzia 6 (10´st Nukry 5), Pianese 6, Buscema 6, Sella 5, Candiano 6, Okolie 5, Filcietti 7, Porto 5

Vittoria: Di Carlo 6, Russo 6, Di Rosa 6, La Vigna 6, Nobile 6, Citronella 6, Fichera 7 (32´ st Maimone 6), Privitera 6, Stramo 6, Rametta 6, Talarico 5

Arbitro: Gullotta di Siracusa 6


Vittoria più in palla e tonico, Modica macchinoso e spuntato. L´andata di Coppa va agli ospiti che bissano il successo dello scorso anno, sia in Coppa e campionato. C´era attesa per il nuovo Modica anche se i tifosi sono dovuti restare al mare per l´inagibilità delle tribune del Polisportivo della "Caitina". Per loro ci sarà certamente una migliore occasione perchè, a parte il gran caldo, il Modica ha fatto vedere poco e Filicetti deve ancora lavorare molto per dare un´identità alla squadra. Tra i rossobù erano attesi i nuovi e le buone notizie arrivano da un tonico Candiano che ha dato spessore, ma niente altro al centrocampo. Da rivedere invece il duo d´attacco Porto-Okolie. Il nigeriano è ancora a corto di fiato, è apparso pesante nei movimenti e poco inserito negli schemi. Nessun tiro in porta da parte dell´attaccante che in Porto ha trovato una sponda evanescente, con molta corsa maa poco costrutto. Sull´altra fascia anche Sella ha girato al largo ed è stato poco incisivo con il risultato di regalare un pomeriggio tranquillo a Di Carlo che ha dovuto temere solo i tiri dalla distanza di Filicetti.La difesa rossoblù ha concesso troppo e Pianese ha tentato di metterci una pezza. Due ingenuità nel piazzamento hanno determinato i gol del successo ospite venuti entrambi da palle inattive. A centrocampo Filicetti ha tentato di dare ordine alla manovra e di dettare i tempi ma ha predicato nel deserto. Modica da rivedere dunque anche se nel finale, sotto di due gol, i rossoblù hanno avuto una reazione di orgoglio. Troppo poco per recuperare. Il Vittoria si è difeso bene, Nobile e Citronella hanno guidato il reparto arretrato con un Di Carlo sempre attento.

Molto bene il trio d´attacco con Rametta e Strano, tirati a lucido da Campanella, sempre in movimento e pericolosi. Bene anche Fichera che ha affondato sula fascia, conquistato tanti palloni, facendosi trovare pronto dai compagni.
Il Modica ha la grande occasione già all´avvio. Sella ha sul destro la palla del vantaggio a pochi metri dalla porta ma mada alle ortiche. Al 25´ si fa vedere Fichera che si smarca sulla destra rientra ed impegna Limone da fuori. Al 35´ punizione di Filicetti e solito gran bel tiro. Di Carlo smanaccia e manda la palla a battere sulla traversa. Il gol arriva allo scadere su calcio dn´angolo. La palla di Privitea taglia l´area piccola dove La Vigna entra e di coscia mette dentro.

Nella ripresa il Vittoria insiste ed al 12´ trova il raddoppio. Battuta laterale lunga per Strano che prolunga verso il palo lungo, entra Rametta e di sinistro mete dentro. Modica tramortito ma Filicetti suona la carica. Angolo al 38´ di Porto, Candiano fa velo per il capitano che lascia partire un siluro che Di Carlo neppure vede. Non c´è più nulla da raccontare se non qualche scaramuccia tra dirigenti in tribuna.