Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 990
MODICA - 05/08/2014
Sport - Volley, serie C: la società sta attrezzando una rosa di qualità

Di Emanuele, Cassibba e Zaccaria: 3 "colpi" per la Pvt

Allargata anche la base societaria con l’ingresso di nuovi dirigenti Foto Corrierediragusa.it

Il Pro Volley Team Modica si prepara al campionato di serie C e rinforza la rosa a disposizione di coach Ennio Cutrona. Dopo essersi assicurato il ritorno di Giuliana Di Emanuele, arrivano infatti le riconferme di Federica Zaccaria e Manuela Cassibba (nella foto), due delle poche note positive della passata stagione. Entrambe modicane, 20 anni la prima, 28 la seconda, sono state fortemente volute dalla società. Dice il presidente Bartolo Ferro: «Siamo contenti di riaverle nel nostro organico. L’anno scorso hanno rappresentato un punto di forza e hanno lottato fino alla fine. In particolare la Cassibba, pur tra diversi problemi fisici, non si è mai tirata indietro. Questa riconferma è un premio per il loro attaccamento alla maglia biancorossa». Il mercato dell’ambizioso e rinnovato PVT non si ferma. La società sta infatti lavorando per assicurarsi una giocatrice di esperienza e qualità per rafforzare la rosa.

La società sta intanto allargando le proprie basi con l’ingresso di nuovi dirigenti. In quest’ottica particolarmente significativi sono i ritorni in società di Sebastiano Ragona e Giuseppe Ragona, il primo nella PVT già dalla fine degli anni 80 e il secondo, che entra con il ruolo di Direttore Generale, dalla fine degli anni 90 al 2008. Si aggiungono agli altri dirigenti Giovanni La Perna, che riveste anche la carica di vicepresidente, Emanuele Cataldi e Simone Cicero. Il direttore sportivo Enzo Garofalo valuta l´allargamento societario: «Per costruire una grande squadra c’è bisogno di una grande società. Non escludiamo nei prossimi giorni altri ingressi societari per allargare ancora di più questa base».