Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 813
MODICA - 25/04/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: la società punta a far rientrare i giovani modicani che giocano in altre squadre

Gianluca Filicetti studia da allenatore: "Ma continuerò a giocare e segnare"

Segue il corso per il conseguimento del patentino che si svolge a Rosolini. Confermato il tandem con Sebastiano Schiavo Foto Corrierediragusa.it

Gianluca Filicetti (nella foto) non sta fermo nonostante la sosta dei campionati. Ha portato in salvo il Modica ed ha sfiorato i play off nel doppio ruolo di allenatore e giocatore. Ora pensa al futuro anche se non appenderà le scarpette al chiodo. "Seguo il corso di allenatore che si tiene a Rosolini per conseguire il patentino che mi consentirà di allenare fino alla serie D. L´esperienza iniziata quest´anno mi ha convinto a continuare e ci ho preso quasi gusto. Non interromperò comunque il rapporto con Sebastiano Schiavo. Saremo entrambi alla guida del Modica per la prossima stagione. E´ importante che qualcuno segua la squadra da fuori dal campo perchè certe cose quando giochi non le vedi ed allora la collaborazione è fondamentale".

Per Filicetti, arrivato a Modica nel 2006 chiamato da Antonio Aurnia dopo la retrocessione dalla C2 ed il declassamento tra i dilettanti quando il Modica si chiamava Libertas Acate, il rossoblù è ormai una seconda pelle. Nel Modica ha realizzato 54 gol e quest´anno è risultato il miglior cannoniere con 9 gol. "Il mio record -dice il capitano- è di 17 gol nella stagione della promozione in Eccellenza ma è anche vero che si giocava in una categoria inferiore. Quest´anno abbiamo fatto bene dopo l´avvento della nuova società. Fino a dicembre i punti erano 22 poi con l´avvento della presidenza di Pietro Bellia abbiamo totalizzato 27 punti e sfiorato i play off. Ora pensiamo al futuro". Nonostante gli impegni del corso di allenatore Filicetti ed i suoi più stretti collaboratori sono alla ricerca di giovani talenti da "arruolare" in rossoblù.

La politica non cambia perchè sono i giovani locali che il Modica cerca per abbattere i costi e soprattutto dare un tocco di "modicanità" in più alla squadra. "C´è qualcuno che ancora è fuori e che stiamo tentando di riportare a casa. Se proprio dobbiamo prendere qualcuno da fuori punteremo su un attaccante che ci faccia fare un salto di qualità". La linea della società è anche questa ed il presidente Pietro Bellia ha dato mandato a Filicetti di muoversi in questo senso. Il Nuovo Modica sarà modicano almeno negli 811mi e sarà soprattutto pronto per l´inizio della preparazione.