Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1248
MODICA - 14/04/2014
Sport - Calcio, Eccellenza: i dirigenti hanno incontrato a palazzo S. Domenico il sindaco Ignazio Abbate.

Nuovo Modica riparte da Filicetti-Schiavo. Il presidente Bellia: "Avanti con i locali"

Bilancio positivo della stagione appena conclusa soprattutto se si considerano le condizioni in cui la nuova dirigenza si è trovata ad operare Foto Corrierediragusa.it

Il Modica ripartirà con il duo Filicetti-Schiavo e con la politica dei giovani locali. Il presidente Pietro Bellia (nella foto) ed i suoi più stretti collaboratori, a cominciare dal vice, Sebastiano Failla, si sono concessi qualche settimana di pausa , ma stanno già pensando al futuro della società dopo avere assicurato la sopravvivenza del Modica e la permanenza in Eccellenza. Due risultati che non vanno sottovalutati e che non erano per nulla scontati dopo lo sconquasso della presidenza Cundari che a novembre ha lasciato la guida del Modica liquidando di fatto buona parte del patrimonio dei giocatori ed aprendo una fase piena di incognite. Non fu forse un caso che la prima rinuncia ad una gara del Modica calcio da sempre avvenne proprio in questa fase di transizione, la gara interna contro il Taormina, che non solo costò la sconfitta a tavolino ed un punto di penalizzazione in classifica ma un danno di immagine enorme.

Poi il lento ma sicuro incedere della dirigenza affidata a Pietro Bellia che con un gruppo di amici e simpatizzanti è riuscito a coagulare l´interesse di sponsor, di giovani ed anche delle famiglie. "Siamo soddisfatti di quello che abbiamo fatto - dice oggi il presidente - Non era per niente facile ma abbiamo avuto la risposta della città. Le porte si sono aperte, ognuno ha fatto la sua parte e siamo riusciti a portare in porto il campionato. Peccato per quella partita contro il Siracusa perchè il finale del nostro campionato avrebbe potuto essere diverso. Impareremo da questa esperienza ma abbiamo già capito che per il futuro la strada è quella dei giovani locali, di riportare a casa i modicani che giocano fuori. In questo senso ci stiamo già muovendo. Con Filicetti e Schiavo siamo già d´accordo e vogliamo anche mettere su un buon settore giovanile". Il presidente ha già avuto un incontro informale con il sindaco Ignazio Abbate che ha dato il suo sostegno alla causa della società ed al progetto anche se questo dovrà essere ancora "sostanziato". Il campionato del Modica si è chiuso con circa 30 mila euro di passivo che la dirigenza conta di recuperare per non partire ad handicap nella nuova stagione.

"Il campionato 2014-2015 - dice il presidente - potrebbe portarci tanti derby e quindi tanto interesse in più e maggiori incassi. Penso al ragusa che speriamo di rivedere in Eccellenza, al S. Croce, che potrebbe approdare nel nostro campionato, e ci sarà anche il Giarre. Noi contiamo di mettere su una squadra competitiva ma chiediamo aiuto e siamo disponibili ad accogliere sostenitori nella dirigenza della società".