Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1274
MODICA - 03/12/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: prima rinuncia in campionato della storia del calcio rossoblù contro il Taormina

Modica Calcio finito. Giocatori in libera uscita: Liistro e Brancato al Siracusa

Serve una mediazione tra amministrazione ed il presidente Cundari per uscire fuori da una situazione incresciosa Foto Corrierediragusa.it

Il silenzio è calato sul Modica. La rinunzia alla partita contro il Taormina, primo evento del genere in campionato nella storia ottantennale della società, ha fatto esplodere il caso. Piero Cundari, formalmente presidente della società, è stato chiaro nel non volere più portare avanti il campionato e lo ha detto ai giocatori. Questi con l´apertura delle liste sono già alla ricerca di altre sistemazioni. I più richiesti sul mercato sono i vari Panatteri, Filicetti, Citronella, Polessi, Truglio, Mento ma niente ancora si è concretizzato. Trattative nella fase conclusiva per il passaggio del difensore Liistro e del centrocampista Brancato al Siracusa.

I giocatori attendono infatti che la situazione si chiarisca prima di prendere qualsiasi decisione sul loro futuro. Alcuni sportivi vicino alla squadra stanno tentando la via diplomatica per aprire il dialogo tra il presidente e l´amministrazione comunale perchè basterebbe poco per trovare un accordo. Cundari infatti è più che mai deciso a lasciare ma l´amministrazione, con in testa il sindaco, si è sentita tradita in duce circostanze e resiste su posizioni di intransigenza. Iganzio Abbate non ha gradito che la società comunicasse alla Lega che il polisportivo della Caitina fosse inagibile per far spostare la gara contro il Taormina ad Avola e la chiusura dell´impianto con la relativa rinuncia alla gara contro il Taormina.

Episodi che peseranno nell´eventualità di una trattativa che ancora non si intravede. Eppure il campionato non aspetta è domenica c´è già la trasferta a Viagrande, seguita dall´incontro casalingo contro il Tiger. Altre due rinunce metterebbero seriamente a rischio la vita della società esponendola alla radiazione. Un´eventualità che al momento appare lontana ma che stando così le cose potrebbe diventare realtà.

E´ successo domenica
Cancelli sbarrati al polisportivo "Caitina". La partita tra Modica e Taormina non è stata disputata, come già peraltro annunciato dal presidente Piero Cundari e dai giocatori rossoblù. Il pullman della squadra taorminese è arrivato un´ora prima della gara insieme alla terna arbitrale nel piazzale antistante l´impianto sportivo ed ha sostato fino alle 15.15 quando anche il signor Giuseppe Girgenti di Agrigento ha preso atto della mancata presentazione del Modica. La società rossoblù perderà la gara a tavolino e sarà penalizzata di un punto in classifica. L´arbitro aveva provveduto in precedenza alla identificazione dei giocatori che l´allenatore del Taormina, Saro De Cento aveva presentato.

Del Modica non si è visto nessuno a conferma dello scollamento totale in atto nella società il cui presidente Piero Cundari ha detto a chiare lettere di non avere alcuna intenzione di continuare il campionato. Alla luce delle dichiarazioni del presidente i giocatori hanno assunto la decisione di non scendere in campo, replicando la rinuncia già messa in atto per il turno infrasettimanale di andata di Coppa Italia contro il Tiger. Una congiuntura nerissima per il Modica Calcio ed un futuro sempre più buio alla luce della frattura creatasi tra il presidente Cundari e l´amministrazione comunale, che non ha avuto la sensibilità di essere presente davanti ai cancelli chiusi dell´impianto almeno per scusarsi nei confronti della comitiva ospite e della terna arbitrale. Se la mancata presentazione fa male alla classifica ed al morale ancora più grave è stato infatti per tutto il significato simbolico che questo può avere l´aver fatto trovare sbarrate le porte dell´impianto sportivo principale della città. Uno spettacolo desolante ed avvilente del quale tutti gli attori di questo braccio di ferro portano le responsabilità; Piero Cundari in quanto gestore ed affidatario del Caitina che ha deciso di far trovare chiusi i cancelli e l´amministrazione che ha subito passivamente la decisione del presidente invece di tentare una benchè minima mediazione almeno per senso di accoglienza.

Una figuraccia che non fa onore a nessuno, che incrina ancor più i rapporti tra la società e chi la rappresenta con la città, che non assolve l´amministrazione comunale che sembra voler seguire dalla distanza l´evolversi della situazione piuttosto che intervenire in modo deciso per salvare il salvabile. "Mi spiace sinceramente per quanto accade - ha detto l´allenatore del Taormina, Saro De Cento nell´attesa- Quello che succede a Modica è lo specchio di quanto accade in tutta la Sicilia. Il calcio dilettantistico deve darsi una ridimensionata, abbattere le spese, puntare sui giovani. I tempi delle vacche grasse sono finiti ed è bene che tutti ne prendiamo atto".

I risultati della 13ma giornata (1 dic.2013)
Acireale-Igea Virtus:0-2
S. Pio X-Tiger: 2-1
Rosolini-Vittoria:1-1
Modica-Taormina:0-3
Scordia -Misterbianco:0-0
Mazzarrà-Siracusa:0-3
Rometta-F.C. Acireale:0-0
S.Gregorio-Viagrande:0-2

La classifica:
F. C. Acireale 28
Tiger 26
Vittoria 22
S. Pio X 22
Taormina 21
Scordia 21
Modica 20* (-1)
Misterbianco 19
Igea Virtus 19
S. Gregorio 17
Siracusa 16
Rosolini 14
Rometta 14
Viagrande 14
Mazzrrà 8
Acireale 4