Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1183
MODICA - 26/11/2013
Sport - Volley, serie C: nonostante le assenze e gli infortuni buona prova delle ragazze di Cutrona

Contro Militello Pro Volley Team ritorna alla vittoria

Ben 32 i punti realizzati da Stefania Zaccaria Foto Corrierediragusa.it

Il Pro Volley Team Modica ritorna alla vittoria nella partita casalinga contro Militello. Dopo due sconfitte consecutive, in casa con l’Ardens Comiso ed in trasferta ad Augusta, il sestetto di Ennio Cutrona si impone alla formazione guidata da Isabella Arcidiacono.Seppur ancora priva di Rosmina Licitra e con Arianna Paolino dolorante in campo, le modicane riescono ad imporsi sulle ragazze del Militello in maniera abbastanza netta, nonostante le sofferenze dei primi due set, perso (il primo) e vinto (il secondo) ai vantaggi, più sciolti terzo e quarto parziale di marca nettamente modicana.

In una partita che presentava l’incognita delle avversarie, e le non buone condizioni fisiche della Paolino oltre al forfait della Licitra, si ergeva sugli scudi la giovane Stefania Zaccaria (nella foto), che con i suoi 32 punti di fatto ha trascinato la squadra alla vittoria dimostrando finalmente quali siano le potenzialità di questa giovane cresciuta nel viavaio della società.
La nota più positiva continua ad essere il carattere e la caparbietà che il gruppo riesce a mettere in campo partita dopo partita.

Oltre alla Paolino, anche Mazzeo soffre problemi fisici, ma nonostante riescono entrambe a dare un grande contributo al gruppo.Buone le prestazioni di capitan Arrabito, di Fiore, Rossino che si alternano al centro, del giovane libero Brafa, e di Agnese Mole’ spesso chiamata in campo da coach Cutrona per dare respiro e lenimento alle sofferenze di Arianna Paolino, non al meglio delle condizioni fisiche così come Mazzeo.