Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1561
MODICA - 19/11/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: giocatori più sereni e conapevoli di far bene anche in Coppa

Modica in campo a Brolo per l´andata di Coppa Italia. Si può fare

In casa della seconda in classifica i rossoblù chiamati a non compromettere la qualificazione che si giocheranno poi in casa tra due settimane Foto Corrierediragusa.it

La parola al campo. Via polemiche e discussioni ed i rossoblù si concentrano sulla difficile trasferta di Brolo dove affrontano la vicecapolista del campionato per il turno di andata di Coppa Italia. E´ una sfida di alta classifica in attesa che Tiger e Modica si affrontino in campionato. Oggi c´è tuttavia una Coppa da onorare anche perchè c´è la possibilità di arrivare fino in fondo e giocarsi grazie alla vittoria in Coppa la promozione in serie D. Il Modica ha tratto fiducia dal clima più disteso attorno alla società ed ai toni più concilianti che sono venuti da entrambe le parti in causa.

POlessi (Nella foto di MAURIZIO MELIA) e compagni vogliono dare continuità anche in Coppa alloro buon momento e scendono in campo a Brolo per fare risultato. Ne hanno le possibilità perchè la squadra attraversa un buon momento e non ci sono infortunati. Il tecnico, Seby Catania, schiererà pertanto la migliore formazione a cominciare da Citronella, che dovrà fermarsi necessariamente domenica perchè squalificato. Potrebbe essere il turno di Truglio, Sella e Scarano che hanno riposato domenica contro il Misterbianco o hanno giocato poco. Il tecnico deve pensare non solo al Tiger ed alla Coppa ma anche all´impegno di domenica perchè c´è il derby contro il Vittoria. Partita molto sentita tra due squadre appaiate in classifica.

Le trattative per la cessione della società
Il Modica giocherà contro il Tiger per l´andata degli ottavi di Coppa Italia. I giocatori sono ritornati sui propri passi alla luce dello sviluppo delle trattative tra la società e l´amministrazione comunale. Filicetti, e compagni sono stati i più contenti di poter rivalutare la propria decisione di astenersi dagli allenamenti e svolgere così il proprio ruolo anche perchè, nonostante la prova non esaltante contro il Misterbianco, attraversano un buon periodo di forma e vantano una buona condizione fisica. Tutti elementi che sul campo di Brolo possono contare.

La trattativa tra la società e l´amministrazione sembra avviarsi verso una soluzione anche perchè il presidente Cundari si è detto disponibile a farsi carico della situazione debitoria fino allo scorso giugno quando, secondo la valutazione del presidente, la situazione contabile del Modica registrava un passivo di circa 20 mila euro. Il presidente ha anche tenuto a chiarire che per la ristrutturazione del "Caitina", in concessione alla società, ha investito circa 100 mila euro. Per la nuova stagione invece dovrebbe subentrare, con proprie risorse, il nuovo presidente espresso presumibilmente da un gruppo che il sindaco e altre persone vicine al Modica Calcio hanno contattato e che sarebbero, almeno sulla carta disponibili.

Cundari ha dato i sette giorni al sindaco perchè vuole chiarire una volta per tutte la situazione. Il piano B del presidente prevede invece che, in caso di mancata disponibilità a subentrare e a farsi carico della società e delle spese necessarie per chiudere la stagione continuerà a sostenere la squadra pur se valuterà tutte le opzioni per una cessione del titolo durante o a fine stagione; questa ipotesi del presidente prevede non necessariamente la cessione del titolo in città. L´altra condizione dettata da Piero Cundari è la possibilità di far disputare le restanti partite della stagione in un campo sportivo diverso dal "Caitina" almeno fino a quando il polisportivo non sarà dichiarato agibile. Attualmente infatti il pubblico può accedere solo alla tribuna B.

E´ successo domenica:
Modica-Misterbianco: 0-0
Modica:Polessi 6, Buscema 6 (35´pt Liistro 6), Brancato 6, Arcidiacono 6, Pianese 6, Citronella 6, Mento 7, Sangiorgio 5 (21´st Truglio 5), Panatteri 6, Crisafulli 6 (10´st Saraceno 5).
Misterbianco: Saitta 7, Consolo 6 (13´st Santonocito 55), Nicolosi 6, Murabito 6, Silvestri 6 Sapienza 6. Finocchiaro 5, Garrasi 6 (40´st Mongelli s.v.), Inserra 5, Chiavaro 6, La Piana 6.

Aribitro: Sanzo di Agrigento 6
Note: 300 spettatori, espulso Citronella al 30´ st per dopia ammonizione. Recupero 1´pt, 4´st.


Partita povera di occasioni e gioco. Meglio il Misterbianco di Chiavaro nel primo tempo ma il Modica si fa sentire di più nella ripresa impegnando il bravo Saia severamente almeno in un paio di occasioni. Un punto per uno che rispecchia l´andamento della gara. Proprio quando il Modica avrebbe dovuto dar vita al forcing finale è stato costretto a giocare in inferiorità numerica per l´espulsione di Citronella e non c´è stato più nulla da fare. Nell´andamento della gara dei rossoblù c´è anche da tenere in considerazione il difficile momento attraversato dalla società con voci che si rincorrono ed incertezze sul futuro che non possono non avere condizionato, anche inconsapevolmente, la concentrazione dei giocatori

Una per parte le occasioni buone nel primo tempo; al 16´ La Piana impegna Polessi che risponde alla grande e sventa. Al 30´ contropiede Mento Sangiorgio e servizio per Arcidiacono appostato ad un metro dal secondo palo. Il centrocampista tocca mala e manda incredibilmente alto. Nel secondo tempo ancora Mento al 5´ con una rasoiata che impegna Saia a terra. Ancora Mento al 17´ con un tiro da fuori sotto la traversa che l´estremo etneo manda fuori. Esce un paio di volte fuori dal guscio il Misterbianco. Al 30´ contropiede ospite con La Piana che si incunea ed è atterrato proprio al limite da Citronella. E´ fallo e doppia ammonizione per il difensore che deve lasciare il campo. La punizione di Chiavaro è parata a terra da Polessi. Il Modica fa buona guardia con Pianese e Filicetti nell´inedito ruolo di centrale. Non succede più nulla ed ora la vera partita si gioca fuori dal campo.

Riguarda le sorti future della società visto che da lunedì i giocatori non si allenano e la trasferta di Coppa Italia a Brolo di mercoledì è fortemente a rischio. La vicenda del passaggio della società ad un nuovo gruppo dirigente tiene alta l´attenzione dei tifosi ed il presidente dimissionario, Piero Cundari, ha avanzato un´ulteriore proposta per cedere la società. Cundari è disponibile a rispondere dei debiti accumulati fino a giugno e passare la mano ad un nuovo gruppo che dovrebbe così portare avanti il campionato ma vuole chiudere entro la prossima settimana. Il presidente ipotizza, in caso contrario, un´eventuale cessione del titolo anche fuori città. I giocatori attendono notizie e fino a quando non ci saranno certezze dal fronte dirigenziale si asterranno da ogni prestazione nonostante siano in calendario l´andata di Coppa contro il Tiger ed il derby con il Vittoria in trasferta di domenica prossima.

Le partite della 11ma giornata (17 nov. 2013)
Acireale- Viagrande: 1-2
Igea Virtus-Tiger:3-2
Modica-Misterbianco:0-0
Rosolini-Siracusa:1-1
S.Pio X -Taormina:1-1
Scordia-Rometta:1-2
Mazzarrà-F.C. Acireale:0-3
S. Gregorio-Vittoria:0-0

La classifica:
F.C. Acireale 24
Tiger 23
Modica 20
Vittoria 20
Scordia 17
Taormina 17
S.Pio X 16
S. Gregorio 16
Igea Virtus 16
Misterbianco 15
Siracusa 13
Rosolini 13
Rometta 13
Viagrande 11
Mazzarrà 5
Acireale 4