Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1109
MODICA - 08/10/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: il pari interno contro F.C. Acireale porta i rossoblù in testa allaclassifica

Modica oggi in campo per la Coppa Italia contro il Siracusa

Si gioca al "Caitina" alle 15.30 la partita di andata, rossoblù al completo e la società punta anche sulla Coppa Foto Corrierediragusa.it

Nonostante il pareggio casalingo il Modica conquista la vetta della classifica. Per Seby Catania è stata una partita di grande sacrificio, giocata dai suoi uomini con grinta e determinazione. «Abbiamo fatto la partita – dice il tecnico – ma loro si sono difesi bene». Nello scontro con una squadra attrezzata per la promozione in D sono emersi pregi e difetti dello schieramento rossoblù. Difesa granitica ed in palla con un Polessi super. I quattro della linea difensiva non lasciano spazio e le conferme vengono dal giovane Buscema che ha fatto coppia con Citronella, con Pianese e Sangiorgio sulle fasce. Mancava Ravalli ma l’assenza non è pesata più di tanto. Altre conferme dal centrocampo con Filicetti in grande spolvero e sempre presente ed uno Scarano sempre più autoritario con Truglio che macina chilometri e conquista tanti palloni.

C’è invece qualcosa da migliorare in avanti perché gli esterni non riescono ad aggirare la difesa avversaria e vanno troppo poco al cross. Discorso diverso per Panatteri che si muove lungo tutto l’arco avanzato ma è troppo solo e spesso preda delle maglie avversarie. Il bomber avrebbe bisogno di una spalla, di una seconda punta capace di fargli spazio o di stargli vicino per lo scambio. Un secondo attaccante, magari d’area, che non è, almeno al momento, nell’organico del Modica che vive dunque degli spunti di Panatteri o dei tiri da fuori dei vari Filicetti e Truglio. Tra le squadre di alta classifica non è un caso che l’unico giocatore in classifica marcatori è Panatteri con appena due gol. Se il Modica deve lottare al vertice ha bisogno di una seconda punta da affiancare a Panatteri anche perché in caso di assenza forzata dell’attaccante il tecnico si troverebbe senza una punta di ruolo.

Il Modica ritorna in campo già domani per l’andata di Coppa Italia che vede i rossoblù opposti al Siracusa degli ex Calabrese e Bonarrigo. La società vuole andare avanti nel torneo e ne ha tutte le possibilità. La gara è stata vietata alla tifoseria ospite per via degli incidenti verificatisi alcuni anni fa. Solo chi è residente in città potrà acquistare il biglietto e a tal fine dovrà dimostrare con un documento da esibire al botteghino la propria residenza.

E´ successo domenica:
Modica-F.C. Acireale: 0-0

Modica: Polessi 8, Buscema 6, Sangiorgio 6 (28´ st Sella 5), Arcidiacono 6 (18´st Donzuso 5), Pianese 6, Citronella 6, Scarano 6, Truglio 7, Panatteri 5, Filicetti 6, Saraceno 5 (16´ st Mento 5)

F.C. Acireale:Tasinato 6, Gallipoli 6, Sardo 6, Cordova 7, Cocuzza 7, Ricca 6, Santanna 6, Marletta 6, Carbonaro 6, Bonaccorso 6 (16´st Caponcello 6), Godino 6 (12´st Nicolosi 6)

Arbitro Marinetti di Lovere 7
Note: spettatori 500 circa. Recupero 1´pt, 3´st. Angoli 3-2 per l´Acireale



Polessi salva il risultato a tempo scaduto. Con un gran colpo di reni il 42enne portiere rossoblù manda in angolo un bolide sferrato da dentro l´area da Marletta ed assicura il pari al Modica.
E´ stata una partita tra due squadre di buon livello che possono dire la loro per la vittoria finale. Più quadrata in tutti i reparti la squadra ospite, più individualità tra i rossoblù. F.C. Acireale ha dovuto subire il primo pari della stagione avendo vinto tutte le altre gare fin qui disputate e si mangia le mani per l´occasionissima finale mancata.

E´ stata una partita giocata a viso aperto dalle due squadre anche se le occasioni da gol si sono contate sulle dita di una mano. Primo tempo con un Modica più vivace e pimpante, secondo tempo in mano ai granata ospiti soprattutto nei 20´ finali quando il Modica ha avuto meno fiato ed ha lasciato campo. Gli ospiti hanno cominciato a far girare palla e a mettere in difficoltà il Modica che comunque ha sfoderato grinta e mestiere in difesa e soprattutto un Polessi in gran giornata.

Il Modica ha sofferto il dover giocare con un´unica punta, Panatteri è rimasto imbrigliato nelle maglie avversarie e solo quando Truglio o Filicetti si sono proposti per dettare il passaggio da breve il Modica si è reso più pericoloso. Non a caso l´unica vera occasione da gol per i rossoblù è arrivata al 39´ del primo tempo quando Scarano ha servito Truglio al limite ed il bolide del centrocampista si è stampato sulla traversa a portiere battuto. Grande Polessi invece al 32´ quando Carbonaro si presenta solo in area ed il portiere sventa per ben due volte un gol che sembrava fatto.

Nel secondo tempo Modica più imbastito ed a nulla servono i cambi degli esterni da parte del tecnico Seby Catania. Mento e Donzuso si intestardiscono in dribbling senza frutto e costringono Filicetti a prendere palla e lanciare sempre lungo per un Panatteri ormai a corto di fiato. Questo è il canovaccio del gioco rossoblù che a conti fatti non paga. Esce bene invece l´Acireale che al 30´ impegna Polessi da fuori con un bel tiro deviato in angolo ed ancora al 42´ con Nicolosi che ancora da fuori scocca una rasoiata che Polessi vede solo all´ultimo e riesce a deviare.

I risultati della 5a di andata (6 ott. 2013)
Acireale-Mazzarrà: 0-0
Catania San Pio X - Scordia: 3 - 3
Igea Virtus - Rometta: 1 - 1
Modica - F.C. Acireale: 0 - 0
S.Gregorio - Rosolini: 1 - 0
Viagrande - Misterbianco: 1 - 1
Taormina - Vittoria: 2 - 1
Tiger - S.P.Siracusa: 0 - 2

La classifica:
Tiger 10
Modica 10
F.C. Acireale 10
Igea Virtus 9
Siracusa 8
Rometta 8
Taormina 7
Vittoria 7
Misterbianco 6
S. Gregorio 6
S. Pio X 5
Rosolini 5
Viagrande 5
Mazzarrà 2
Acireale 1