Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 791
MODICA - 03/10/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: dura replica del presidente Cundari che si sente discriminato: "E’ un teatrino"

Il "Caitina" aperto al pubblico ma solo per due gare. Bisogna completare i lavori

Contingentato il numero degli spettatori in tribuna A e B. Il pubblico potrà seguire le partite contro F.C. Acireale e Scordia Foto Corrierediragusa.it

Meglio che niente. La commissione comunale di Vigilanza sui pubblici spettacoli ha concesso l´agibilità del Polisportivo della "Caitina" fino a domenica 20. In termini pratici vuol dire che il Modica potrà disputare le gare di domenica prossima contro F. C. Acireale e contro lo Scordia, incontro previsto per la settima giornata di campionato. La commissione ha inoltre disposto alcune limitazioni sulla capienza dell´impianto ed in particolare che in tribuna B siano ospitati 550 spettatori nel settore dei locali, e 350 per il settore ospiti; in tribuna A settore potranno sedere solo 400 spettatori.

Inoltre nella zona dove è ancora aperto il cantiere per la realizzazione dei servizi igienici (nella foto) dovrà essere presidiata dai vigili urbani e da personale incaricato dalla società. Nell´arco del periodo di agibilità concesso la società dovrà provvedere a completare i lavori in modo da uscire da una situazione di incertezza e di precarietà che ha caratterizzato l´inizio della stagione agonistica.

Tra società, concessionaria per 20 anni dell´impianto, ed amministrazione comunale, il caso del "Caitina" ha innescato incomprensioni e polemiche tanto che il presidente Piero Cundari ha annunciato drastici provvedimenti che per fortuna non si sono concretizzati. Il problema di fondo è che il Polisportivo è ormai inadeguato e mostra tutti i suoi anni ma soprattutto le carenze di una progettualità che non è stata il massimo e che i successivi interventi non hanno contribuito a migliorare. Basti pensare agli spogliatoi, alla tribuna A ed alla copertura della tribuna B, divelta dal maltempo alcuni anni fa e mai ripristinata.

LA POSIZIONE DEL MODICA CALCIO

"E´ solo un teatrino. Diremo la nostra versione dei fatti in conferenza stampa e documenteremo l´atteggiamento ostruzionistico dell´amministrazione nei nostri confronti". Il presidente Piero Cundari non ci sta e ribatte a muso duro al provvedimento emesso dalla Commisione sui pubblici spettacoli. Dice il presidente: "Troviamo sconcertante procedere con prescrizioni settimanali. Evidenziamo, infatti, che quella di oggi è la terza volta che la suddetta Commissione si riunisce per il rilascio dell´agibilità dello stadio. Ad ogni riunione saltano fuori nuove prescrizioni, sarebbe bastato elencarle tutte al momento della prima riunione. Questo atteggiamento unitamente ad altri ci induce ad affermare che questa amministrazione non gradisce il lavoro incessante, impegnativo e oneroso della dirigenza del Modica Calcio 1932".