Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1163
MODICA - 20/08/2013
Sport - Tennis: le finali sui campi del Green Club alla presenza deldelegato regionale Fit

Occhipinti e Licitra campioni regionali under 16

Buono il livello tecnico della manifestazione Foto Corrierediragusa.it

Assegnati i titoli di campione siciliano di tennis per la categoria Under 16 femminile e maschile. Sui campi del Green Club di Modica, alla presenza del membro del Comitato regionale della FIT di Palermo, Roberto Romagnoli, del presidente del circolo Enzo Belluardo e di un pubblico di appassionati, sono andate in scena le due finali di singolare. Quella femminile ha visto protagoniste la sciclitana Emilia Occhipinti (3.1, C.T. Ragusa), recente vincitrice del torneo giovanile «Lemon Bowl» sempre nella categoria Under 16, e la modicana Myriam Sichera (4.5, T.C. Modica). La Occhipinti si è imposta agevolmente per 6-0 6-2 in poco meno di un’ora, facendo valere la propria chiara superiorità tecnica nonostante la buona volontà dell’avversaria.

Nella finale maschile si sono trovati di fronte, come da pronostico, l’avolese Alessio Siringo (3.3, T.C. Match Ball Siracusa), testa di serie n. 1, e il ragusano Andrea Licitra (3.4, C.T. Ragusa), testa di serie n. 2. Licitra, proveniente dagli ottimi risultati del Memorial «Roberto Di Tommasi» conclusosi la scorsa settimana e in continua crescita, ha subito mostrato un’ottima condizione atletica, oltre a un buon bagaglio tecnico, a una solidità mentale insolita per l’età e ad un comportamento in campo di grande calma e correttezza. In mezz’ora il primo set si è concluso con il punteggio rotondo di 6-0 in suo favore, nonostante i ripetuti tentativi da parte di Siringo di ‘sfondare’ grazie a un dritto piatto profondo e potente, giocato spesso in modo ‘anomalo’.

Il secondo set si è rivelato più equilibrato e combattuto grazie ad alcune variazioni tattiche da parte di Siringo, che provava alcune palle corte e scendeva più spesso a rete. Licitra però continuava a macinare il suo gioco ordinato e intelligente, con pochissimi gratuiti e dritti molto lavorati, per la frustrazione di Siringo che, dopo qualche intemperanza di troppo, era costretto ad arrendersi: 6-0 6-2 il risultato finale in poco più di un’ora.

(Nella foto: Licitra, Belluardo, Romangnoli,Occhipinti)