Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1225
MODICA - 12/08/2013
Sport - Tennis: grande cornice di pubblico in contrada Musebbi peer la finale del torneo regionale

Il siracusano Ettore Zito vince il 28mo Memorial Di Tommasi

Troppo netta la differenza in campo con il catanese Marco Di Prima, rivelazione del torneo Foto Corrierediragusa.it

Ettore Zito (2.4) del Matchball Siracusa (nella foto premiato dal sig. Di Tommasi) ha vinto la 28ma edizione del Memorial Roberto Di Tommasi. Il tennista siracusano ha battuto nettamente il catanese Marco Di Prima (2.6) del C.T. Le Rocce davanti ad un pubblico numeroso ed entusiasta. Ettore Zito è apparso più fresco atleticamente sempre prontissimo su recuperi laterali ed in avanti. Di Prima è riuscito a stare avanti nel punteggio fino al 2/1 nel primo set, poi Zito ha iniziato a mulinare il suo diritto caricatissimo alternando anche qualche decisiva palla corta, non dando alcuna chance al pur bravo catanese, vera sorpresa del torneo, arrivato dopo partite molto combattute in finale, soprattutto quella contro il n.1 del tabellone, Eros Siringo, 2.3, n. 1 del tabellone, battuto per 7/6 al terzo set.

Il torneo disputatosi sui campi el Tennis Club Modica, organizzatore del torneo , si è confermato di qualità grazie alla partecipazione di giocatori di qualità a livello tecnico ( ben 13 seconda categoria e 25 terza) ed è stato molto seguito in ambito provinciale e regionale. E´ mancata solo la ciliegina sulla torta con la presenza in tabellone di Salvo Caruso, n. 350 al mondo, vincitore dell´open 2012, ma solo l´impegno da sparring per Roger Federer, lo ha bloccato in Svizzera per ben 4 giorni.

Al termine della finale si è svolta la premiazione diretta dal Maestro Nazionale Dario Mallia, che ha elogiato il lavoro svolto dallo staff del club con in testa Franco Galota ed Ivan Cappello, ed un nutrito gruppo di allievi della scuola tennis che ha dato la propria opera in campo nelle vesti di raccattapalle.