Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 776
MODICA - 10/08/2013
Sport - Tennis: si avvia verso la conclusione il 28mo Memorial. Domenica alle 17.30 la finale

Oggi semifinali ad alto livello al Memorial Di Tommasi

Il favorito Eros Siringo è stato battuto dal catanese Marco Di Prima Foto Corrierediragusa.it

Si giocano oggi le due semifinale che decideranno i finalisti di domenica. Nella parte alta si affronteranno Munzone e Di Prima e nella parte bassa Zito e D´Amico. La giornata di ieri alla 28ma edizione del Memorial Di Tommasi ha visto match interessanti e vibranti per i quarti di finale.

I primi a scendere in campo sono stati Stefano Platania, 2.6 dei Muri Antichi, e Michele D´Amico, 2.4 del Kalaja Palermo. Dopo i primi games di studio, dove D´amico faticava a trovare il ritmo, e Platania faceva valere il suo gran servizio, il match iniziava a pendere tutto dalla parte del palermitano, che iniziava a mulinare dal fondo, senza lasciare assolutamente spazio al catanese che cedeva netto per 6/2 6/1. Nel secondo quarto di finale, disputato da Cosimo Munzone, 2.5, e Laerte Di Falco, 2.4, vi è stato un gran bel match, anche se disturbato dal vento, con ottimi spunti tecnici da ambo le parti: Munzone partiva bene chiudendo il primo set per 6/2, ma nel secondo subiva il ritorno del siracusano che accelerava decisamente dal fondo chiudendo il secondo set per 6/3. Il terzo era un monologo di Munzone che con un netto 6/2 si regalava la sua ennesima semifinale al Di Tommasi. Ma la sorpresa di giornata è arrivata grazie al catanese Marco Di Prima (a dx nella foto con Eros Siringo), 2.6, che sfruttando una giornata no della testa di serie n.1 del torneo, il siracusano Eros Siringo, n. 1427 al mondo, 2.3, è riuscito a sovvertire il pronostico battendo il favorito siracusano per 6/3 4/6 7/6, dopo una battaglia fino all´ultima palla.

Nell´ultimo quarto di finale, giocato tra Ettore Zito, 2.4, ed il palermitano Ignazio D´amico, 2.5, partiva meglio il palermitano, che dimostrava un´ottima condizione fisica, portandosi sul 3/1, con Zito che aveva difficoltà a prendere le misure, anche per colpa del vento incessante, che non voleva diminuire. Ma diminuito quest´ultimo, Zito tornava a comandare le operazioni, con il suo dritto caricatissimo in topspin ed una grande sicurezza dovuta al suo grande rovescio bimane, che gli consentivano di chiudere l´incontro in suo favore con un doppio 6/4.